Trema il reddito di cittadinanza? Clamorosa ipotesi per il 2022

Possibile terremoto per quanto riguarda il discusso reddito di cittadinanza che divide gli italiani: spunta un’ipotesi pesante per il 2022 

E se il reddito di cittadinanza fosse eliminato o ridimensionato nel 2022? Quella che a oggi può sembrare un’ipotesi surreale considerando il supporto di cui gode tale misura, può invece diventare una realtà concreta con l’avvento del nuovo anno. Anche perché ci sarebbe una figura in particolare che avrebbe deciso di far guerra alla misura economica introdotta dal Movimento 5 Stelle: Matteo Renzi.

Reddito di cittadinanza, Renzi annuncia battaglia 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Matteo Renzi (@matteorenzi)

L’ex presidente del consiglio, oggi leader di Italia Viva, torna infatti a rilanciare l’ipotesi di un referendum per decidere le sorti di un sussidio che divide l’Italia in due tra pro e contro. E considerando quanto fatto durante la caduta del governo di Giuseppe Conte, non ci sarebbe da sorprendersi in caso di nuovi clamorosi terremoti.

Leggi anche: Truffa Postepay, così fanno sparire soldi dalla carta

Il secondo grido di battaglia del politico, a pochissime ore dal primo, questa volta arriva da SkyAgenda, dove ha ribadito la sua posizione inderogabile contro il RdC: “Vorrei che fossero gli italiani a decidere se continuare o meno con questo meccanismo che per me non ha funzionato. Dovrebbero decidere i cittadini se proseguire su questa strada o utilizzare i soldi in maniera differente”.

Leggi anche: Prelievo bancomat, cambia la quota mensile. Occhio al fisco

E ancora: “Personalmente, credo che il reddito di cittadinanza si sia rivelato un fallimento: non solo non ha migliorato il contesto occupazionale, ma ha creato anche milioni di casi paradossali”. Così nasce l’idea di un sondaggio nazionale che saprebbe anche i beffa per il M5S: “Faremo una raccolta firme per realizzarlo nel 2022 e a me piace l’idea che chi di referendum ferisce, di referendum perisce”.