Beta iOS 15 già disponibile su iPhone e iPad

Il nuovo iOS 15, che arriverà dal mondo Apple probabilmente insieme ai nuovi iPhone 13 ad ottobre, è già disponibile da provare sotto forma della sua prima Beta

Beta iOS 15 già disponibile su iPhone e iPad
Youtube

Prima Beta disponibile per provare su iPad e iPhone il nuovo a iOS15, il nuovo sistema operativo mobile di Apple. Trattandosi di una versione beta, il sistema operativo chiaramente non è stabile e quindi ne sconsigliamo l’installazione sui dispositivi che devono essere poi utilizzati quotidianamente.

Se però avete un iPhone o un iPad in più e volete vedere come sarà il futuro del sistema operativo mobile di Apple, potete provare la Beta e magari aiutare Apple a scoprire eventuali bug ancora nascosti.

Beta iOS 15: come e dove si installa

Beta iOS 15 già disponibile su iPhone e iPad
Youtube

Essendo un sistema operativo mobile aggiornato, per poterlo provare nella sua forma Beta non tutti i prodotti Apple possono sopportarlo. Per esempio non potrete sperimentarlo sugli iPad delle prime quattro generazioni nè sugli iPad mini delle prime tre generazioni. Il nuovo iOS 15 poi non funziona sullo iPad Air di prima generazione.

Potete però gustarvelo sugli iPad Pro nelle versioni da 9.7” ,10.5” , 11” e 12.9”.
Per quello che riguarda gli iPhone, potete provare il nuovo iOS 15 su iPhone 12, su iPhone 11, XS e XS Max, X e XR, sulle versioni 8, 7, 6S e rispettive versioni Plus, nonché su iPhone SE prima e seconda generazione e su iPod touch di settima generazione.

Per poterlo scaricare dovete andare sul portale dedicato alle beta sul sito di Apple e fare login con il vostro ID Apple. Selezionate Get started e poi “enroll your iOS device” e seguite le indicazioni a schermo. Ma in che cosa sarà diverso il nuovo iOS 15?

I cambiamenti maggiori saranno quelli di FaceTime che, da tempo, aspettava un buon aggiornamento. In particolare ci sarà un’esperienza migliorata durante le conversazioni con l’audio che simulerà l’ambiente in 3D e la possibilità di eliminare i rumori di fondo.

Leggi anche: Windows 11, cosa cambia con la nuova versione del sistema operativo

Se organizzerete una videochat di gruppo i vari membri partecipanti saranno organizzati in una griglia in cui tutti avranno lo stesso spazio. Ci sarà poi la modalità ritratto che sfoca lo sfondo, cosa che succede anche in Skype e Zoom, e poi i Facetime links che permetteranno di partecipare a videochiamate su Facetime anche da dispositivi Android o da PC.

Leggi anche: Kaspersky: “Ecco perché gli hacker sembrano russi”

Nuova veste grafica per i messaggi e, in particolare, per i contenuti che con voi verranno condivisi e che verranno salvati in un’apposita cartella. Ci sarà poi una versione migliorata degli strumenti di elaborazione delle immagini: particolarmente interessante sarà sicuramente vedere come si comporterà la funzione live text che permette alla sistema operativo di riconoscere il testo è estrapolarlo da un’immagine.