Inail: 171.804 mila contagi sul lavoro fino ad aprile, 600 i morti

L’Inail ha fornito i dati sull’emergenza Coronavirus che riguardano i decessi ed i contagi avvenuti sul lavoro fino ad aprile. I numeri

Inail
Pixabay

L’emergenza Coronavirus mostra i bilanci anche nel settore del lavoro, con i dati dell’Inail che fotografano lo stato attuale in merito a contagi e decessi. Dal rapporto dell’Istituto Nazionale Italiano del Lavoro si evince che da inizio pandemia al 30 aprile scorso ci sono stati 171.804 contagi di origine professionale. Un numero abbastanza alto che evidenzia la difficoltà dei mesi scorsi nel nostro paese.

Il decessi invece sono stati 600. Si spera che nei prossimi mesi, anche grazie all’apporto dei vaccini, la situazione possa migliorare, con una diminuzione sia dei contagi che dei morti. I dati degli ultimi giorni sono incoraggianti, ma si attendono i dati complessivi del mese di maggio per avere un quadro completo.

Leggi anche: Addio mascherine, spunta la data: la rivela Draghi

E capire se la direzione dettata dal governo con la politica dei “rischi calcolati” possa dare i risultati sperati. Intanto continuano le vaccinazioni anche dei lavoratori, dopo la firma del protocollo del ministro Orlando che ha indirizzato la campagna vaccinale, rendendola veloce ed efficace.

Coronavirus, i dati del bollettino e dell’Inail

inail
Pixabay

I dati dell’Inail sull’andamento della pandemia al mese di marzo 2021 sono abbastanza indicativi. Anche se c’è da dire che a livello generale i numeri sono da qualche giorno in costante calo, con una decrescita dell’indice di contagio che fa ben sperare anche per i mesi estivi. Tanto dipenderà dall’accelerazione della campagna vaccinale che sembra stia dando i frutti sperati.

Nel bollettino del 22 maggio il numero dei contagi fornito dal ministero della Salute è stato di 4.717 nuovi casi su 286mila tamponi. Mentre il numero dei decessi è stato di 125, con il numero complessivo che è arrivato a 125.153.

Leggi anche: Special Days e nuovi sconti in arrivo dal 24 maggio da WindTre

Il tasso di positività è sceso all’1,6%, in calo rispetto alle ultime 24 ore. L’Inail continuerà a monitorare la situazione soprattutto in questo periodo di riaperture, con il rischio contagio per i lavoratori che non è scongiurato.