La Consob ha condannato la Banca Popolare di Bari

La Consob ha condannato la Banca Popolare di Bari al risarcimento di 200mila per la vendita di titoli illiquidi.

deutsche bank

Bisogna tenere sempre gli occhi aperti quando si parla di risparmi ed investimenti, il pericolo potrebbe essere dietro l’angolo.

La Consob, ovvero la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa ha condannato la Banca Popolare di Bari per la vendita di azioni illiquide.

Le azioni illiquide sono prodotti finanziari per i quali sussistono difficoltà di smobilizzo, ovvero difficilmente utilizzabili in lassi di tempo ragionevoli che non permettono all’investitore, ad esempio, di prevenirsi istantaneamente contro crolli e perdite.

L’arbitro ha condannato l Bpb al risarcimenti di 200mila euro ai risparmiatori che si sono rivolti alla Consob.

L’Avv. Massimo Melpignano, Responsabile Nazionale Banca e Finanza di Konsumer Italia, che ha seguito la vicenda ed assistito i consumatori danneggiati ha dichiarato di essere “molto soddisfatto di questo risultato. Come sempre un grazie va indirizzato ai consumatori che hanno voluto combattere per ottenere il legittimo risarcimento. Ci auguriamo questa volta che la nuova dirigenza della Banca rispetti le decisioni dell’arbitro Consob a differenza di quanto accaduto in passato, anche sotto la precedente gestione commissariale “.