Effetto Chiara Ferragni su Tod’s: il titolo vola a Piazza Affari

Effetto Chiara Ferragni estremamente positivo per Tod’s che fa registrare numeri importanti nel primo trimestre del 2021. Tutti i dettagli.

Effetto Ferragni su Tod's

Chiara Ferragni e l’effetto positivo in Tod’s nel primo trimestre del 2021. L’ingresso nel cda della celebre influencer ha rappresentato probabilmente la svolta per l’azienda marchigiana. Che dal 9 aprile ad oggi ha visto aumentare le azioni di un considerevole +50%. Nello specifico si apprende che le azioni sono aumentate dal valore di 30 euro a 45 euro.

Tutto merito dell’influencer milanese? Probabilmente sì, considerando che il balzo in avanti di Tod’s coincida con il periodo di ingresso della moglie di Fedez, che viene considerata come una delle menti più brillanti della nuova generazione.

Leggi anche: L’antistrust multa EasyJet per 2,8 milioni di dollari, la compagnia viola i diritti dei consumatori

Per quel che riguarda invece il trimestre positivo, si apprende che Tod’s ha avuto un aumento del 17% in questa prima fase del 2021, con 178,7 milioni che hanno determinato un passo importante in avanti un un momento storico difficile anche per i mercati.

Effetto Ferragni su Tod’s: il bilancio a Piazza Affari

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni)

L’effetto Chiara Ferragni su Tod’s è stato clamoroso e positivo, con un trend che si è mantenuto in rialzo sin dal suo arrivo nell’azienda. Che in ogni caso ha fatto registrare un buon trimestre in questo 2021 che si prospetta promettente. Infatti le performance del titolo a Piazza Affari sono importanti e positive.

Nello specifico per i vari brand si evidenzia un +59% di Roger Vivier, +11 per Hogan e +5,5 per Tod’s. Nei vari mercati invece Tod’s è andata molto bene in Asia, con una piccola flessione in Europa con un -13.1%. Piccoli cali anche in Italia (-6%) e nel Nordamerica.

Leggi anche: Nuovi bombardamenti sulla striscia di Gaza, Save the Children chiede alle istituzioni di salvare i minori dal conflitto

Numeri che fanno ben sperare anche per il prossimi trimestre, anche grazie all’apporto che Chiara Ferragni potrà ancora garantire all’azienda in termini di pubblicità e soprattutto di idee brillanti che potrebbero risultare un ulteriore marcia in più per il gruppo. Che si augura questo effetto Ferragni possa durare ancora per molto tempo.