Cartelle esattoriali, si ipotizza una proroga alla scadenza del 30 aprile

Il 30 aprile dovrebbe scadere la sospensione per le cartelle esattoriali sospese. Ma si inizia a parlare di una proroga

tasse
(pixabay)

30 aprile: data da segnare sul calendario, e non per essere festeggiata. Segna la scadenza della sospensione delle cartelle esattoriali inevase. Ciò vuol dire che dal 1° maggio 2021 dovrebbero ripartire 35 milioni di invii per la riscossione delle pendenze fiscali pregresse.

La sospensione ha agevolato il primo anno di pandemia, consentendo ai contribuenti con debiti di essere temporaneamente sollevati dal pagamento di cartelle inevase e more. Ma come tutte le procrastinazioni prolungate arriva sempre il momento in cui i nodi vengono al pettine, e spesso sono peggiori di quanto si possa immaginare.

Il primo maggio, festa dei lavoratori, sabato, sarebbe dovuto essere quel momento. Ma a quanto pare è più opportuno utilizzare il condizionale “sarebbe” piuttosto che “sarà”. In molti hanno sperato in un’ulteriore proroga per la sospensione, ma le fonti istituzionali, fino a ieri, erano decise a far ripartire il lavoro degli agenti del fisco, in misura soft, per non aggravare ulteriormente i debiti con lo Stato.

Leggi anche: Pneumatici auto, a breve le etichette saranno obbligatorie. Ecco quando

Cartelle esattoriali, l’ipotesi della proroga

Scadenze fiscali
(pixabay)

Essendo prossima la data della scadenza ormai le speranze di una procrastinazione alla data del 30 aprile cominciavano ad affievolirsi. Invece ieri, 26 aprile, la notizia: il Governo starebbe prendendo in considerazione una proroga alla sospensione, attraverso un decreto che potrebbe uscire nei prossimi giorni.

Se sarà confermata in molti gioiranno di questa notizia, tranne forse gli agenti del fisco che vedranno il proprio lavoro complicarsi ulteriormente nel futuro. Una considerazione va fatta.

Leggi anche: Cashback, aumenta la media acquisti al giorno per i 1.500€

Evidentemente lo Stato ama la suspense, la svolta di questa storia arriverà (forse) a ridosso della scadenza prestabilità.