Conduzione Sanremo, 3 nomi caldissimi: cachet da urlo

Conduzione Sanremo 2022, chi sarà l’erede di Amadeus? Filtrano tre nomi caldissimi per i vertici Rai 

Nemmeno il tempo di concludere quest’ultimissima edizione, che impazza già il toto nome per quanto riguarda Sanremo 2022. L’augurio iniziale, innanzitutto, è che per la prossima edizione possa essere caratterizzata dal ritorno del pubblico al teatro Ariston. In fondo potrebbe essere quasi una certezza, considerando una campagna di vaccinazione che procede spedita e in particolare una platea accettata attraverso il pass vaccinale.

La speranza è quindi la seguente, mentre dall’altra parte vi è già una certezza: Amadeus non sarà il prossimo conduttore. Del resto, come annunciato in largo anticipo, il 58enne romano ha detto stop dopo una doppia edizione tra l’altro entrambe in tempi di pandemia. L’amatissimo personaggio televisivo non ha escluso un futuro ritorno in scena, ma nel frattempo ha detto ‘no’ a una tripletta.

Leggi anche: Avete mai visto dove vive Serena Rossi? Una casa da sogno

Conduzione Sanremo, ecco il possibile erede di Amadeus 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Serena Rossi (@serenarossiofficial)

Così ora la Rai è già a lavoro per un’ampia selezione per il grande erede. Il fardello è pesante, perché si tratta del più grande evento televisivo e dello spettacolo italiano e – se confermato – dovrebbe vedere appunto il grande ritorno del pubblico. Inoltre sostituire il duo Amadeus-Fiorello, impeccabili nell’ultimo biennio, non sarà facile. Ecco perché l’emittente nazionale valuta un big per tale missione, una figura di pugno e dalla grandissima esperienza.

Caratteristiche che – secondo le ultime indiscrezioni – corrisponderebbero a un nome preciso sull’agenda dei dirigenti: Mara Venier. Insomma, appunto una veterana assoluta della televisione. Ci sarebbe lei in pole position, ma occhio anche ad alcune sorprese. In questo caso non si tratterebbe di personaggi dall’esperienza immensa, ma comunque in diretta da almeno un decennio e soprattutto apprezzatissimi dagli italiani: Serena Rossi da una parte, la quale ha superato anche un altro esame con Canzone Segreta, e Alessandro Cattelan dall’altra reduce dall’addio a Sky.

Bisognerebbe poi scegliere la spalla, ma per il momento sarebbero questi i tre nomi caldi. Il tutto con un cachet da urlo sullo sfondo: non meno di 400 mila euro considerando che Amadeus ne ha intascati tra i 500 e i 600 quest’anno mentre Baglioni arrivò a 585 due anni fa. Tuttavia la bagarre è appena iniziata: nei prossimi mesi, ovviamente, saranno tanti altri i nomi che si aggiungeranno alla corsa. Ma questi tre citati avrebbero ottime chance di arrivare al traguardo finale.