Allerta alimentare, richiamato un prodotto che contiene ossido di etilene

La contaminazione chimica da ossido di etilene è sempre più frequente nei prodotti alimentari confezionati. Quali sono quelli più a rischio.

tossico
(pixabay)

L’ossido di etilene è una sostanza chimica che viene utilizzata dagli stabilimenti industriali per la produzione di alimenti perchè molto efficace nel contenimento della formazione batterica e nella prevenzione delle muffe.

Anche se le scadenze dei prodotti confezionati sono a lungo termine, si potrebbero ugualmente sviluppare batteri che comprometterebbero l’integrità dell’alimento. Per ovviare a questo problema vengono utilizzate delle sostanze conservanti.

L’ossido di etilene è uno dei più utilizzati specialmente nelle spezie, in particolare nei semi di sesamo e di papavero. L’utilizzo di questo elemento chimico è consentito nella Comunità Europea entro certi limiti. La soglia massima è di 0,05 mg/kg.

Se si supera tale soglia gli effetti sull’essere umano possono essere dannosi. Un consumo cronico di alimenti trattati con ossido di etilene presente oltre la soglia massima consentita può provocare mal di testa cronici e nelle contaminazioni maggiori può anche essere cancerogeno.

Il rischio maggiore è per gli operai che lavorano nelle fabbriche di produzione. L’ossido di etilene, presente allo stato gassoso, se inalato in grandi quantità può essere tossico.

Leggi anche: Richiamo alimentare, filetti di acciughe con vetro ritirati dal commercio

Il richiamo più recente per la contaminazione da ossido di etilene

sesamo
(pixabay)

L’ossido di etilene si trova in quantità alte nella conservazione dei semi di sesamo. Molti semi di sesamo provengono dall‘India dove non esiste limite legale all’utilizzazione di tale sostanza chimica. Per questo motivo nell’ultimo anno nella Comunità Europea si sono intensificati i controlli sugli alimenti in cui sono presenti i semi di sesamo.

Leggi anche: Spese sanitarie, l’Agenzia delle Entrate offre un rimborso per alcuni cittadini

il 4 marzo 2021 è stato inviato dal Ministero della Salute un richiamo alimentare per l’azienda Prato srl di Torino. I “filoncini rustici con farina 100% integrale e semi” sono stati ritirati dal commercio per possibile contaminazione da ossido di etilene. Il lotto interessato è il 0321202680.

Gli accertamente sono ancora in corso, ma nel caso si sia acquistato questo prodotto si consiglia di riconsegnarlo al punto vendita.