Elon Musk non smette di stupire. Il genio di Tesla che vuole mandare l’uomo nello spazio permanentemente, ha annunciato di stare portando avanti un esperimento con un impianto Neuralink con una scimmia che ora è in grado di giocare ai videogiochi con la mente.

Neuralink è un progetto che prevede l’impianto nel cervello di un chip. Lo scopo principale è quello di permettere all’essere umano di controllare i propri livelli ormonali e stabilire, quindi, il proprio umore a comando. Questa è l’idea finale.

Leggi anche: Tesla, rubati migliaia di file segreti: denunciato un dipendente

Elon Musk: Neuralink e il controllo degli oggetti col pensiero

Elon Musk Neuralink e la scimmia che gioca ai videogiochi
(fonte: Pixabay)

Il sistema Neuralink è stato testato ed è tutt’ora in fase di test sugli animali. In un video dell’anno scorso, si vedeva un maiale, Gertrude, con un impianto in grado di registrare l’attività cerebrale dell’animale. L’impianto era completato da una porta USB-C per scaricare i dati raccolti dal chip su un computer.

Ora l’esperimento sta riguardando una scimmia con un impianto wireless, quindi senza il cavo che connetteva Gertrude al pc, che le permette di gestire i comandi di un videogioco con la mente. “Sembra felice” ha dichiarato Musk, per il quale il prossimo passo è permettere a più scimmie di giocare insieme a Pong in un ambiente completamente virtuale.

Leggi anche: Tesla, la società di Elon Musk abbatte la concorrenza

Come è facile intuire, gli esperimenti condotti da Musk sugli animali hanno provocato diverse reazioni indignate di vari gruppi animalisti mondiali. Il passo successivo saranno i test su umani volontari, una volontà che Musk ha affidato a Twitter. Dal thread che si è creato ci sarebbe già qualche volontario pronto.