Truffa PostePay: scatta un nuovo allarme in Italia. Ma l’ultimo tentativo è stato bloccato con le forze dell’ordine che hanno anche arrestato il colpevole. 

Nuovo tentativo di truffa in Italia attraverso la famosa Poste Pay. L’illecito questa volta è avvenuto in Campania, precisamente a Caserta, con protagonista un 25enne già arrestato dalle forze dell’ordine. Il piano del ragazzo era chiaro: spacciandosi per un assicuratore di una compagnia privata, il suddetto chiamava alcuni utenti ‘fragili’ per poi farsi accreditare ben 414 euro sulla carta per una polizza assicurativa che in realtà non esisteva.

Truffa PostePay, arrestato un 25enne in Campania 

poste italiane

Il tutto, però, è stato scoperto ben presto quando una delle vittime ha segnalato il tutto alla Polizia che ha immediatamente avviato le indagini individuando presto il responsabile. Si trattava del resto di un profilo già noto alla forza pubblica per precedenti di droga. Una situazione che ha quindi rilanciato l’allarme nel Paese per quanto riguarda le truffe telefoniche e non solo.

Leggi anche: Netflix, il colosso del video streaming supera i 200 milioni di abbonati

Il monito è il seguente: se qualcuno dovesse palesarvi all’improvviso chiedendovi Iban o numero della carta di credito, diffidate senza controprove ufficiali o certificazioni opportune. E’ sempre meglio fare una controverifica al fine di evitare scherzetti. Per la serie: se doveste essere contattati da un presunto operatore Enel, è meglio richiamare l’ente e interagire con un operatore per accertarsi che non ci siano tranelli.

Leggi anche: Bonus Cashback, reinserite alcune transazioni bancomat

Ma soprattutto diffidate e osservate bene qualsiasi annuncio dovesse giungervi via email o sms. I tentativi di phishing, del resto, continuano ad essere frequenti e se ne sono registrati diversi proprio tra fine 2020 e inizio 2021. Si ricorda che qualsiasi comunicazione di Poste Italiane è riscontrabile sul sito ufficiale o, se dedicato, nell’area clienti in cui è possibile accedere anche via app.