Wikimedia

Codacons presenta esposto all’Antitrust contro Baby K e Chiara Ferragni e invita emittenti a non trasmettere le parti incriminate.

Pubblicità occulta all’interno del loro nuovo singolo “Non mi basta più”. Questa l’accusa rivolta dal Codacons a Chiara Ferragni e Baby K in un esposto presentato dall’associazione all’Antitrust.

L’ente di vigilanza richiede infatti che i videoclip musicali siano soggetti alle regole del product placement che impongono di dichiarare apertamente la sponsorizzazione di un prodotto all’interno del filmato. E secondo il Codacons, il videoclip musicale in questione viola apertamente queste norme, inserendo a più riprese prodotti di una celebre marca per capelli. 

Leggi anche: L’allarme del Codacons: “Pensioni italiane tra le più basse in Europa”

Codacons, esposto contro Chiara Ferragni e Baby K: il motivo

Wikimedia

Oltre a questo, l’associazione a difesa dei consumatori fa notare che il brand in questione viene anche citato nel testo del singolo. Ed è per questo che all’Antitrust è stata presentata una denuncia doppia che riguarda sia il video che il testo della canzone.

E aspettando che l’autorità di vigilanza si pronunci a riguardo, l’associazione ha invitato le emittenti radiofoniche e televisive a censurare le parti in cui viene mostrato o pronunciato il nome del brand in questione.

Nel comunicato diffuso dal Codacons si afferma infatti che risulta evidente come il brano appena pubblicato “si trasforma da tormentone estivo a vera e propria pubblicità in musica”. 

Leggi anche: Codacons, presentata denuncia contro Chiara Ferragni: il motivo

Leggi anche: Codacons, esposto all’AGCOM per sospendere Grande Fratello Vip