Flickr

Oreo, costruito bunker anti apocalisse per proteggere biscotti. La ha comunicato l’azienda con un video promozionale. 

Per quanto possa sembrare strano, se domani si verificasse un apocalisse sul pianeta, i sopravvissuti al “nuovo mondo” avranno comunque la possibilità di consolarsi mangiando i biscotti Oreo. Si, perché la multinazionale, famosa in tutto il mondo per la produzione di dolci e biscotti, ha deciso di costruire un bunker in Norvegia per proteggere i suoi biscotti da qualsiasi tipo di calamità naturale.

Una mossa di marketing semplicemente geniale, che è stata presentata da Oreo con un video promozionale realizzato per l’occasione. È stata la stessa azienda a spiegare inoltre che l’idea è nata dopo aver letto il commento di un utente su Twitter. Questi infatti aveva chiesto ai social media manager di Oreo chi avrebbe salvato i suoi biscotti preferiti nel caso in cui l’asteroide arrivi effettivamente sulla terra e la distrugga. 

Leggi anche: Coronavirus, Ue: Bce pronta a stanziare nuovi aiuti economici

Oreo, come saranno conservati i biscotti per sfuggire all’apocalisse

Pixabay

Il riferimento è a un asteroide che nella giornata del 2 Novembre passerà molto vicino al nostro pianeta. In realtà la preoccupazione dell’utente non sembra così fondata, in quanto gli esperti hanno stabilito che esiste una probabilità pari allo 0,41 per cento che l’asteroide possa toccare effettivamente il nostro pianeta.

Resta però che Oreo ha deciso di prenderlo sul serio e in poco tempo è riuscita a dare il via alla costruzione di un bunker anti apocalisse. nel filmato promozionale viene inoltre spiegato che “come ulteriore precauzione, le confezioni Oreo sono avvolte in mylar, un materiale che può resistere a temperature da -62 a 140 gradi Celsius ed è impermeabile alle reazioni chimiche, all’umidità e all’aria, mantenendo i biscotti freschi e protetti per gli anni a venire”. Insomma, in caso di estinzione di massa sul nostro pianeta, i biscotti Oreo saranno comunque lì a ricordarci che la nostra civiltà è esistita.

Leggi anche: Napoli, Ultra e Clan mafiosi dietro le proteste di questa notte