Buste paga scuola, l’amara sorpresa del taglio

Brutta sorpresa negli ultimi giorni di dicembre per il personale della scuola che attendeva gli arretrati

Buste paga, arretrati (Adobe) – Consumatore.com

Dicembre è stato un mese particolarmente ricco per alcune categorie di lavoratori. Infatti, oltre allo stipendio e alla tredicesima mensilità c’è stato un ulteriore introito per alcuni dipendenti pubblici. Si tratta delle categorie che hanno ottenuto il rinnovo contrattuale nazionale in ritardo.

Infatti, a causa della pandemia diversi rinnovi furono rinviati per questioni economiche ma anche etiche. Si tratta, infatti, del settore pubblico per i quali si è preferito rinviare i rinnovi in un periodo di gravi restrizioni sociali che incidevano sull’economia di milioni di famiglie. Tra il 2021 e il 2022, però, la situazione è andata man mano migliorando e sono arrivati diversi rinnovi contrattuali anche nel settore pubblico.

Arretrati scuola, la sorpresa sugli importi

Buste paga, arretrati (Adobe) – Consumatore.com

Negli ultimi giorni dell’anno sono arrivati anche i rinnovi per il settore scuola e per il personale degli enti locali e territoriali, ossia regioni, province, città metropolitane e comuni. L’accordo ha previsto il riconoscimento proporzionato all’aumento in busta paga degli arretrati.

LEGGI ANCHE: Legge di bilancio approvata: cosa prevede

Infatti, i rinnovi si riferiscono agli anni scorsi. Per questo motivo queste due categorie sopra citate attendevano i pagamenti degli arretrati a dicembre rendendo il mese molto remunerativo considerando lo stipendio base e la tredicesima in arrivo. Tuttavia, per alcuni è sorto un problema.

LEGGI ANCHE: La pandemia non c’è ma prosegue il “tavolo selvaggio”

Infatti, nel settore scuola alcuni tra docenti e personale Ata si sono ritrovati un conteggio inferiore rispetto a quanto si aspettassero. Infatti, per verificare gli importi relativi agli arretrati basta connettersi su NoiPa alla sezione “Consultazione stipendi”. Nel caso specifico degli arretrati basta andare nella sezione ”58 Emissione Speciale Arretrati” per verificare.

Tuttavia, in questa sezione diversi lavoratori della scuola si sono ritrovati delle cifre inferiori a quanto atteso. Il motivo è stato poi svelato. I soldi mancanti, che ammontano anche fino al 30 per cento della somma totale da erogare, fanno parte di un conguaglio che sarà erogato più tardi, al massimo a febbraio.

Impostazioni privacy