A Milano è stata inaugurata una mostra con 100 mappamondi che mostrano gli effetti del riscaldamento globale

Sono stati installati per le vie di Milano e rimarranno visibili fino al 7 novembre 2021

riscaldamento climatico terra
(pixabay)

A partire dal 27 agosto vie e piazze della capitale Lombarda sono state invase da 100 mappamondi d’artista, che ritraggono il pianeta Terra con gli effetti del riscaldamento climatico. L’iniziativa è promossa da “WePlanet. 100 Globi per un futuro sostenibile”, e prende il nome dell’associazione. Il Comune di Milano, la Regione Lombardia ed il Ministero dell’Ambiente hanno patrocinato la mostra open air.

Per costruire i globi d’artista è stata utilizzata plastica riciclata, nel segno di una mostra “sostenibile”. Gli artisti coinvolti provengono dall’Accademia di Belle Arti di Brera. Partecipano all’iniziativa anche nomi illustri, come il designer Giulio Cappellini, Antonio Facco e Michele De Lucchi. Al termine della mostra, il 7 novembre 2021, i globi d’artista saranno battuti all’asta benefica organizzata da Sotheby’s e ospitata al MiCo – Milano Convention Centre, grazie al supporto di Fondazione Fiera Milano.

L’aspetto più interessante dell’iniziativa di sensibilizzazione sul tema del riscaldamento climatico, è l’utilizzo di un artificiale pianeta Terra come tela vuota, riempita con l’interpretazione artistica degli autori. A seconda dell’ispirazione, il riscaldamento terrestre diviene opera d’arte, con tutta la drammaticità che il tema porta con sé.

L’invasione delle strade e piazze dovrebbe rendere più visibile, se mai ce ne fosse bisogno, l’urgenza di intervento verso una quotidianità sostenibile. Non sono rari i casi in cui l’arte si mette al servizio di tematiche sociali. La lotta attraverso la rappresentazione artistica può funzionare come canale emotivo di sensibilizzazione.

Leggi anche: Il cambiamento climatico avanza e in Groenlandia piove per la prima…

Leggi anche: A Grosseto è stata realizzata una piccola città con pneumatici riciclati