Riunione plenaria tra Banca d’Italia ed Associazioni dei Consumatori, il comunicato di U.Di.Con

A un anno dalla nascita del Dipartimento TEF Banca d’Italia informa le associazioni dei consumatori sul proprio operato. Priorità all’educazione finanziaria dei cittadini

banca d'italia
(pixabay)

La finanza è materia per addetti ai lavori, di cui allo stesso tempo i cittadini subiscono le conseguenze quotidianamente. I precetti base che la caratterizzano possono essere di facile comprensione per tutti. Basta implementare dei servizi di informazione e di comprensione per la cittadinanza. Questo potrebbe facilitare un’emancipazione dell’italiano medio dalle notizie superficiali e dalle credenze sulle fake news.

Un impegno non semplice, ma che si propone come sfida per il futuro. U.Di.Con., associazione per la tutela dei consumatori, in un comunicato stampa del 15 luglio, annuncia un tavolo di lavoro tra Banca d’Italia e le associazioni per i consumatori. L’evento si è svolto il 14 luglio. Le due parti si impegnano per concertare nuove iniziative a tutela della clientela. La Banca d’Italia ha colto l’occasione per riportare l’attività del Dipartimento TEF (Tutela della clientela ed educazione finanziaria), ad un anno dal suo insediamento.

Gli intenti congiunti riguardano principalmente i temi dell’educazione finanziaria e del futuro della valuta euro, prossimamente convertibile in moneta digitale. La Banca d’Italia si è mostrata ricettiva nel raccogliere proposte e suggerimenti delle associazioni. La vicinanza con le reali esigenze dei cittadini può portare Banca d’Italia ad avviare iniziative adeguate a colmare i deficit del territorio in materia finanziaria.

Hanno partecipato alla riunione plenaria le associazioni: Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, AssoConsum , Assoutenti , Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, La Casa Del Consumatore, Lega Consumatori, Movimento Consumatori , Movimento Difesa Del Cittadino, U.Di.Con., Unione Nazionale Consumatori.

Leggi anche: Movimento Consumatori, l’estinzione anticipata del credito penalizza i cittadini fragili

Leggi anche: Autovelox, Konsumer: se il dispositivo non è segnalato, l’infrazione viene annullata

A questo link il comunicato  U.Di.Con.