Tutor stradali: ecco cosa fare per evitare multe salate

Tutor stradali: le 7 cose da evitare se si vogliono evitare delle multe salata in autostrada. Controlli sempre più rigiri, massima attenzione

tutor multe
Pixabay

Con le regioni italiane che tornano in zona bianca, sono in aumento gli spostamenti veicolari in tutta Italia. Milioni di italiani, tra vacanze lavoro e motivi personali, sempre più si mettono in viaggio in lungo e largo la penisola alla ricerca della destinazione. In aumento le multe salate per eccesso di velocita, sia per la presenza di autovelox fissi o mobili sia per i tutor stradali. I due dispositivi funzionano in modo diverso.

Infatti il primo accerta l’eccesso di velocità nel momento del passaggio davanti alla postazione dell’autovelox. Il secondo riposta la velocità media che si percorre da un segnalatore di ingresso e di uscita. Come bisogna comportarsi in presenza di rivelatori di velocità soprattutto in autostrada?

Ci sono delle regole ben precise per tentare di scongiurare multe salate, soprattutto in autostrada. Dove tra autovelox mobili o fissi e tutor si rischia sempre di più di tornare a casa con somme clamorose da pagare. Soprattutto per eccesso di velocità.

Tutor stradali, ecco le mosse per evitare multe salate

Tutor multe
Pixabay

Con l’avvicinarsi dell’estate e delle vacanze per gli italiani, le strade e le autostrade si ripopolano. Tante le multe che arrivano da autovelox e da tutor. Soprattutto in quest’ultimo caso c’è la possibilità di evitare l’arrivo di multe spesso salatissime a casa per eccesso di velocità. Ci sono 7 azioni che possono aiutare a non correre rischi. La prima è quella della segnalazione della presenza del tutor.

In caso di assenza il verbale potrà essere contestato e la multa sarò illegittima. In secondo luogo c’è la fotografia, che deve essere chiara e senza ombre o altri veicoli. Il mezzo deve essere chiaramente individuabile altrimenti la multa è nulla. Se l’apparecchio non è tarato all’ultimo anno la contravvenzione è contestabile.

Leggi anche: 500 voucher per far conoscere le montagne lombarde ai giovani

Leggi anche: Bollette luce e gas, come contestare gli importi eccessivi

Il tutor calcola la velocità media che si percorre on un tratto di strada e non il passaggio sotto l’apparecchio. Anche camminando al centro tra una corsia ed un’altra il tutor riesce in ogni caso a scattare la foto, quindi sfatiamo questa leggenda. La tolleranza consentita è quella dei 5km orari e non i 10. In caso ci si accorga di aver superato il limite il consiglio è quello di rallentare o fermarsi per una breve sosta in piazzola.