“Manifest”, Netflix potrebbe salvare la serie cancellata dalla NBC

La serie tv “Manifest” è stata cancellata dopo 3 stagioni. Netflix potrebbe acquistarne i diritti e produrre il seguito

manifest
(Facebook)

Non sono stati pochi i casi in cui Netflix ha acquistato da altre reti televisive dei prodotti seriali e li ha trasformati in successi clamorosi. Basti pensare al caso della Casa di Carta, inizialmente prodotto da una televisione spagnola, o Unortodox.

Ora sta puntando gli occhi su “Manifest”, una serie statunitense della NBC, il cui pilota è stato co-prodotto da Robert Zemeckis, regista di molte pellicole di successo.

Le stagioni dovevano essere 6, ma dopo la terza stagione la produzione televisiva ha annunciato la cancellazione della serie. Probabilmente a causa di un calo di ascolti.

Le notizie ufficiose dichiarano che Netflix avrebbe intenzione di acquistare i diritti della serie e produrre la quarta stagione.

Leggi anche: “Katla”, la nuova serie Netflix sci-fi è la prima produzione islandese

“Manifest”, la trama ed i contenuti

Il volo 828 della Montego Air, dalla Giamaica a New York, subisce un viaggio turbolento. In seguito all’atterraggio, i 191 passeggeri scoprono che il mondo è cambiato. Sono passati oltre 5 anni. Nel frattempo i media davano per dispersi i passeggeri e l’equipaggio, ed il fatto inconsueto scatena panico nella popolazione.

I passeggeri sono tormentati da “voci” che li costrigono ad agire, anche contro il proprio volere. Nella maggior parte dei casi le azioni sono benefiche, e salvano vite umane. Molti di loro decidono di fondare una setta, chiamata “La chiesa dei credenti”. Ma per altri queste voci sono degli incubi, e vinti dalla loro condizione, decidono di suicidarsi.

Leggi anche: Netflix, Elite 4 debutta oggi sulla piattaforma streaming

La trama è originale, anche se nei suoi presupposti ricorda vagamente “Navigator”, celebre film degli anni ’80. Riuscirà Netflix a salvare “Manifest” dall’oblio?