Pensione, come andarci a qualsiasi età con Quota 41

Pensione: scopriamo come possono andarci i lavoratori che assistono un familiare con disabilità certificata dalla legge 104

Banconote (Foto Pixabay)

Pensione anticipata: importanti novità per i lavoratori che si occupano di un familiare affetto da disabilità che sia certificata dalla legge 104. In base alla “Quota 41” il lavoratore può accedere al pensionamento anche in anticipo rispetto ai tempi previsti. Si tratta di una forma di assistenza per tutti coloro che rientrano nella categoria legge 104/92. Scopriamo come fare per accedere a questa possibilità da offrire al “caregiver”.

Che può abbandonare in modo anticipato il mondo del lavoro per dedicarsi all’assistenza della persona non autonoma. Non tutti i lavoratori ovviamente possono accedere a questa possibilità. Vediamo nel dettaglio quali requisiti contributivi bisogna possedere per rientrare in questa fattispecie.

Leggi anche: Steve Jobs: a chi andrà la sua eredità di oltre otto miliardi di dollari?

Possiamo subito anticipare che non esiste invece nessun vincolo anagrafico. La domanda per accedere al pensionamento anticipato in base alla Quota 41 si chiude il primo di marzo. Ma per tutti coloro che vogliano sfruttare l’anno in corso possono fare la domanda entro il 30 novembre.

Pensione, quota 41 per Legge 104: come fare per andare a qualsiasi età

Pensioni
Banconote (Foto Pixabay)

Pensione anticipata per Quota 41, i requisiti: alla presentazione della domanda verranno accertati i requisiti del lavoratore ai fini dell’uscita anticipata dal mondo del lavoro. Portanno accedere a questa possibilità tutti i lavoratori iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria o a formule sostitutive. L’anzianità contributiva necessaria resta quella del dicembre 1995.

Inoltre sono necessari almeno 12 mesi contributivi versati prima del compimento del 19esimo anno di età. E ancora i 41 anni di contribuzione da concludersi entro il mese di dicembre del 2026. Per i caregiver c’è l’obbligo della dimostrazione di assistere un familiare disabile come previsto dalla Legge 104/92 da sei mesi.

Leggi anche: Benzina, non fate quest’errore alla guida: sprecate tantissimo

Insomma, abbiamo cercato di sintetizzare i requisiti necessari che servono per accedere alla fattispecie elencata. Ma anche la procedura da seguire per poter uscire dal mondo del lavoro nei casi previsti dalla legge e che fanno riferimento all’assistenza di un familiare disabile. Anche in questo caso si pone l’accento ad un caso di necessità e la tutela del lavoratore va sempre garantita.