Detrazioni: 1000 euro all’anno per il tuo cane speciale. Ecco a chi spetta

Fino a 1000 euro di bonus all’anno per il tuo cane, se hai un reddito entro i 120.000 euro. I soggetti beneficiari.

Le spese per comprare e mantenere un cane guida può essere detratto dalle imposte 2021. Di seguito trovi indicato chi ne ha diritto e come accedervi.

Come funzionano le detrazioni per il tuo cane

La Circolare n 19/E 2020 dell’Agenzia delle Entrate riporta chi sono i soggetti beneficiari di tale detrazione. Hanno diritto a questo bonus tutti i non vedenti al 100% e gli ipovedenti gravi con un residuo visivo non superiore ad un decimo per entrambi gli occhi.

Le detrazioni riguardano distintamente due tipologie di spesa:

  1. il costo dell’acquisto del cane;
  2. il suo mantenimento.

La prima detrazione è del 19% del costo del cane; la seconda è una cifra forfettaria di 1000 euro l’anno per il mantenimento, senza necessità di dover esibire le spese sostenute.

LEGGI ANCHE –> IMU prima casa: torna l’incubo. Draghi ci serve la stangata?

LEGGI ANCHE –> Pensioni, possibile taglio agli assegni: come difendersi

La detrazione per l’acquisto del cane può essere detratta a scelta per il soggetto interessato o per il familiare che si occupa del disabile, una sola volta nell’arco di 4 anni, tranne nel caso della perdita dell’animale.

La detrazione forfettaria non può essere utilizzata dal familiare ma solamente dal disabile stesso. Inoltre, le spese di mantenimento sono distribuite in base al reddito.

I 1000 euro spettano ai soggetti con reddito entro i 120.000 euro. Superata tale cifra la detrazione decresce progressivamente fino ad annullarsi per il reddito pari o superiore ai 240.000 euro.

La detrazione va indicata nel modello 730/2020.

L’importanza dei cani guida per i non vedenti

I cani guida sono supporti fondamentali per i non vedenti. Nonostante le nuove tecnologie in aiuto ai soggetti che hanno questa disabilità, utili soprattutto per la lettura, il cane svolge funzioni ancora molto importanti.

cane guida

Una delle principali è quella di guida nella deambulazione e quella affettiva a sostegno dell’umore del non vedente.

Questi cani sono addestrati fin dalla nascita proprio per guidare il soggetto disabile. Da ciò si intuisce che il costo d’acquisto di un cane guida non è esiguo.

I disabili hanno accesso a numerose sovvenzioni da parte dello Stato. Non ultima la detrazione fiscale per il costo ed il mantenimento del cane-guida.