Nessuno presta attenzione a questo spicciolo, ma in realtà vale quanto una pepita d’oro. Controlla subito se hai questa moneta che vale 6000€.

Moneta dal valore di oltre 6.000€: attenzione a questa piccolo tesoretto che potrebbe nascondersi a casa a vostra insaputa.

monete

Migliaia e migliaia di monete passano per le nostre mani e per le nostre case nel corso degli anni. Resto delle banconote, denari che mettiamo magari da parte in un salvadanaio o che accantoniamo in un angolo per pagare parcheggi vari.

Ciò che non tutti sanno, però, è che spesso tra queste si potrebbero nascondere modelli rari che valgono migliaia e migliaia di euro. Molto più di quanto eventualmente accumulato in un classico porcellino o in un contenitore di latta.

Leggi anche: Bolletta: in questi 3 casi non dovevi pagarla. Chiedi il rimborso fino a 1200€

Qual è la moneta che vale più di 6.000€?

Il collezionismo di monete, infatti, è un fenomeno diffuso in Italia e nel mondo. E ci sono appassionati che sono disposti a pagare benissimo ogni singola monetina legata a un periodo storico particolare, con un difetto di produzione o qualsiasi altra peculiarità che la rende speciale.

Piccole pepite d’oro, quindi, che possono arrivare a valere tantissimo. Da questo momento, pertanto, soprattutto a tempo perso, è sempre opportuno dare un’occhiata per sicurezza.

Leggi anche: Città in festa: Lotto, realizzata la vincita più ricca del 2021

Tra i vari, infatti, c’è in particolare un modello che vale oltre 6.000 euro. Si tratta della moneta da un centesimo che presenta due imperfezioni. La prima è che al posto della raffigurazione del Castel del Monte in Puglia via è la Mole Antonelliana di Torino, immagine solitamente riscontrabile sulla moneta da 2 centesimi. L’altro dettaglio è il diametro sbagliato, identico proprio al 2 centesimi, con una misura di 18.7 mm.

Una volta notato l’errore, questi pezzi sono stati prontamente ritirati. Tuttavia, sui 7.000 iniziali prodotti, ce ne sarebbero un altro centinaio in giro di cui un pezzo venduto per 6.600 euro nel lontano 2013. Dove vendere questi centesimi qualora li trovate? On line, su molti siti di aste specializzate dove è possibile ottenere un rimborso super. Ebay e Catawiki sono tra le piattaforme più note a tal proposito, ma Aste Bolaffi e Nomisma anche sono contesti molto affidabili e professionali.