Android Auto è la nuova app pensata per dispositivi Android che permette di guidare senza lasciarsi distrarre da ciò che succede sullo smartphone, utilizzando il telefono solo per telefonate e usare l’Assistente di Google.

Android Auto, l'app che aiuta a non distrarsi alla guida
Android Auto, l’app che aiuta a non distrarsi alla guida (foto: Pixabay)

Il telefonino è una distrazione e usarlo alla guida può avere conseguenze davvero pericolose per tutti. Ecco allora che l’app Auto, riduce al minimo le occasioni di possibile distrazione dell’utente, limitando tutte le notifiche.

Leggi anche: Google, rilasciati sfondi smartphone realizzati da alcuni artisti

Android auto: Ok, Google, voglio guidare

Android Auto, l'app che aiuta a non distrarsi alla guida
Android Auto, l’app che aiuta a non distrarsi alla guida (foto: Pixabay)

L’app è presente da un po’ sugli store dei prodotti che girano su sistema Android e l’ultimo aggiornamento risale a poco prima della quarantena. Decisamente quindi, non è stato possibile testare la nuova versione di Android Auto a dovere, visti gli spostamenti giustamente ridotti al lumicino.

Nell’ultima versione dell’app si trova però una grande novità: l’attivazione di Google della connessione allo smartphone anche in modalità wireless nei Paesi dell’Unione Europea. L’app permette di avere tutto ciò che serve, quindi i principali applicativi android, sullo schermo del sistema di infotainment dell’auto, e di gestire tutto con i comandi vocali.

In questo modo si riduce notevolmente il pericolo di distrarsi quando si è alla guida per rispondere al telefono o guardare un messaggio. Non tutti i modelli e non tutte le case automobilistiche sono al momento supportate dall’app Auto ma sul sito ufficiale è disponibile un link per controllare la compatibilità anche con gli stereo.

Leggi anche: Android, la lista della app pericolose per smartphone

Auto promette di diventare compatibile con tutte le case automobilistiche, a giudicare dalla lunga lista di produttori presenti sul sito ma ci vorranno ovviamente aggiornamenti al software perchè questo avvenga.