Avocado, un rimedio naturale per depurare l’intestino

L’avocado è un ottimo rimedio naturale per dimagrire e depurare l’intestino. Le sue proprietà nutritive sono fondamentali per quanti seguono una dieta ipocalorica o soffrono di problemi intestinali. 

Avocado
Pixabay

L’avocado è presente in natura in oltre 100 varietà differenti. Una di queste, ha dei frutti che dopo il raccolto arrivano a pesare fino a 1 kg. Quella più conosciuta, però, è la hass. L’80% della produzione mondiale di avocado, infatti, è formata da tale varietà.

È un frutto davvero eccezionale. Contribuisce a creare la diversità dei microbi intestinali che scompongono le fibre e producono metaboliti che sostengono la salute.

Una ricerca condotta dall’Università dell’Illinois e pubblicata qualche settimana fa sul Journal of Nutrition, ha portato alla luce un risultato straordinario. L’osservazione, durata 12 settimane, è stata condotta su un gruppo di 163 persone adulte con età compresa fra 25 e 45 anni affette da obesità e sovrappeso.

L’avocado contiene grassi monoinsaturi, acido linoleico e omega 3 ed è ricco di fibre che sostengono il bioma intestinale. Da solo ne garantisce 12 grammi su una quantità giornaliera raccomandata di 28-34 grammi. Se consumato giornalmente, dà ottimi risultati in termini di dimagrimento dal momento che aiuta ad aumentare il funzionamento dell’intestino.

Leggi anche: Sicurezza farmaci, Speranza invita a tenere alta l’attenzione

Avocado, le sue proprietà

Avocado
Pixabay

L’avocado rimane un frutto molto calorico, quindi bisogna prestare attenzione a non eccedere con le quantità. La dieta che ne prevede un cucchiaio al giorno, deve essere a base di carni bianche e pesce alla griglia, conditi con un cucchiaino da caffè d’olio e succo di limone.

Leggi anche: AIFA, ritirato antidepressivo dal commercio

Bisogna accompagnare il tutto con 50 grammi di riso integrale in uno dei pasti principali della giornata. Inoltre, la dieta deve prevedere molta frutta e verdura, ma soprattutto i legumi. Per mangiare l’avocado in giornata, si può cuocere per trenta secondi nel forno a microonde dopo averlo punzecchiato sulla buccia.