AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco, ha disposto il ritiro e il richiamo per un farmaco antidepressivo. Il farmaco ritirato è la CITALOPRAM prodotto da HEXAL Spa.

Il 15 gennaio scorso AIFA ha emanato una circolare in cui raccomandava alle strutture sanitarie e agli operatori di isolare e rendere indisponibile la CITALOPRAM per tutelare la salute pubblica e i pazienti. Il ritiro è stato disposto per motivi precauzionali.

Leggi anche: Coronavirus, i vaccini di Pfizer e Moderna funzionano davvero?

AIFA: il farmaco antidepressivo ritirato

AIFA, ritirato antidepressivo dal commercio
(fonte: Pixabay)

CITALOPRAM è un farmaco utilizzato nel trattamento delle sindromi depressive endogene, contro i disturbi d’ansia con crisi di panico e con o senza agorafobia. AIFA ha disposto il ritiro di questo farmaco a seguito di un parere non favorevole espresso dall’ISS, Istituto Superiore di Sanità, e in attesa di ulteriori controlli.

Il lotto interessato dal ritiro è il n.A1904 con scadenza 3/2021 della CITALOPRAM HEXAL AG 40 mg/ml gocce per soluzione orale, AIC 036662017.

Sono al momento in corso indagini da parte dell’Istituto Superiore di Sanità e il ritiro preventivo si è reso necessario a seguito delle verifiche che rientrano nell’ambito del programma annuale di controllo sulla composizione dei medicinali relativa all’anno 2019.

Leggi anche: Farmaci anti Covid, Nas oscura 102 siti web per tutela salute pubblica

I controlli da parte di AIFA vengono svolti ogni anni dai NAS. Il loro scopo è verificare che i farmaci in commercio e le sostanze attive siano rispondenti alle specifiche di qualità autorizzate e riportate nei dossier, che le case farmaceutiche consegnano per l’approvazione dei propri farmaci.