Facebook sta lavorando a un social simile a Clubhouse. La notizia arriva dal New York Time dopo la partecipazione a sorpresa di Zuckerberg in una conversazione del social.  

Pixabay

La sensazione, è che Mark Zuckerberg abbia accolto con un certo interesse l’ascesa di Clubhouse di questi ultimi mesi. Un’impressione che è stata confermata dalla sua partecipazione a sorpresa in una conversazione del social media.

E adesso, il quotidiano statunitense Il New York Times riporta un’indiscrezione secondo cui Facebook sarebbe già al lavoro per creare un social media simile a Clubhouse, è che dunque abbia al centro della propria interazione le conversazioni vocali. Un’operazione del genere non è nuova al colosso di Menlo Park che ha già tentato in passato ad esempio, di replicare alcuni formato, come Reel su Instagram, appartenenti a Tik Tok. 

Leggi anche: Tesla, sorpasso su Facebook in borsa: capitalizzazione record

Facebook, Clubhouse ha dato l’input per potenziare i messaggi audio della piattaforma

Pixabay

E sembra dunque che il successo di Clubhouse abbia dato un input molto forte dell’azienda di Zuckerberg, per migliorare le conversazioni vocali all’interno della piattaforma. Anche si tratta di una gara in cui Facebook è già stata battuta sul tempo da Twitter, che ha ormai pronto per il lancio un sistema di messaggi vocali all’interno del social chiamata Audio Spaces.

Si tratta di mosse commerciali che freneranno l’ascesa di Clubhouse? Non è ancora dato saperlo, anche perché parliamo di un social il cui utilizzo al momento risulta estremamente limitato dal fatto che si può entrare soltanto per gli inviti. 

Leggi anche: WhatsApp non funzionerà più se non si condividono i dati con Facebook

Gli sviluppatori hanno infatti paura che un boom di accessi crei troppo disservizi alla piattaforma. Una situazione che deve però far riflettere la concorrenza sul fatto che Clubhouse possiede ancora degli ampi margini di crescita, e che il suo vero potenziale diverrà noto non appena le iscrizioni saranno libere.