L’Antitrust ha aperto un’istruttoria per possibili pratiche commerciali scorrette nei confronti delle società Facile.it, Facile.it Broker di Assicurazioni e Facile.it Mediazione Creditizia.

Antitrust
Pixabay

Secondo le indagini condotte dall’Antitrust, le società potrebbero aver messo in atto due diverse pratiche commerciali scorrette, violando il Codice del Consumo, nello svolgimento dell’attività di comparazione sul sito Facile.it.

Per avere prova di questo, durante la giornata del 9 febbraio, i funzionari dell’autorità garante della concorrenza e del mercato hanno condotto alcune ispezioni nelle sedi di Facile.ii, Facile.it Broker di Assicurazioni e Prima Assicurazioni, con il supporto del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

L’Antitrust ha spiegato che si tratta per prima cosa, di una presunta condotta ingannevole, collegata sia ai prestiti personali sia alle polizze RCAuto. Questo perché le informazioni date ai consumatori non indicherebbero in maniera chiara alcuni particolari importanti per compiere una scelta ponderata.

Rientrano nel novero degli elementi non chiari le condizioni economiche dei finanziamenti pubblicizzati, la probabilità di approvazione della richiesta di prestito e i criteri e le modalità di comparazione e di definizione della classifica delle offerte presentate.

Leggi anche: L’Antitrust multa TicketOne per abuso di posizione dominante

Antitrust, istruttoria su Facile.it

Antitrust
Pixabay

Per quanto concerne le polizze RC Auto, per alcuni oggetti non sarebbe indicato che si tratta di polizze basate sul sistema del risarcimento in forma indiretta, contraddistinte da un servizio in fase di liquidazione dei danni meno funzionale.

In secondo luogo, secondo l’Agcom, potrebbero risultare potenzialmente aggressive le procedure svolte con l’obiettivo di sollecitare il cittadino all’acquisto anche di una polizza assicurativa in principio presentata come opzionale.

Leggi anche: Juventus, ADUSBEF denuncia il club all’Antitrust: il motivo

“L’operato di Facile.it si basa sulla totale trasparenza e tutela del consumatore”, ha scritto in una nota l’ufficio stampa della società. “L’azienda collabora con le autorità ed è sicura che gli accertamenti porteranno presto al chiarimento della posizione di Facile.it”.