Su Netflix è stato appena reso disponibile l’ultimo film di Riccardo Scamarcio, di cui è protagonista principale, produttore e co-sceneggiatore. 

Wikipedia

Riccardo Scamarcio è tornato a collaborare con Netflix e nelle data del 5 Febbraio, sulla piattaforma streaming è uscito “L’Ultimo Paradiso”, un’opera in cui l’attore non è soltanto protagonista, ma anche produttore e co-sceneggiatore insieme al regista Rocco Ricciardulli.

Si tratta di un film tratto da una storia realmente accaduta e che ha riportato Scamarcio a ritornare in Puglia, la terra in cui è nato è cresciuto. 

Leggi anche: Netflix, le due serie più viste degli ultimi mesi

Netflix, la trama di “L’Ultimo Paradiso” di Scamarcio

Pixabay

L’Ultimo Paradiso racconta una storia ambientata negli anni cinquanta, in cui i padroni terrieri sfruttano e ghettizzano i braccianti agricoli, un dramma con cui il sud si è scontrato per decenni e che oltretutto non è stato ancora risolto, considerato come la piaga del caporalato continui a imperversare sul territorio.

Ad opporsi a questa angherie è un contadino di nome Ciccio Paradiso, un uomo che odia questo genere di ingiustizie e desidera una vita migliore per lui e suoi compaesani. 

Leggi anche: Netflix, il colosso del video streaming supera i 200 milioni di abbonati

Ciccio, padre del piccolo Rocco, conduce questa battaglia in mezzo a mille contraddizioni, tra cui ad esempio l’infedeltà alla moglie. È inoltre innamorato perdutamente di una ragazza di nome Bianca, figlia di uno di quei proprietari terrieri con cui il contadino è in lotta.

L’opera è stata prodotta dalla società di Scamarcio Lebowsky. Con Netflix inoltre, Scamarcio aveva già collaborato per i film Gli Infedeli e Lo Spietato.