Il passaggio al nuovo digitale terrestre è sempre più vicino. Per questo motivo, è fondamentale capire se la propria tv sia compatibile.

Sono state rese note le date ufficiali del passaggio al nuovo digitale terrestre, con il quale si dirà addio alla banda 700 MHz in favore del 5G.

Il passaggio al nuovo digitale inizierà a partire dall’1° settembre 2021 e continuerà fino al 31 dicembre successivo. Si comincerà con le regioni del Nord. Le sei Regioni interessate sono la Valle D’Aosta, il Piemonte, la Lombardia, il Veneto, il Friuli-Venezia Giulia, l’Emilia-Romagna e le due province autonome di Trento e Bolzano.

Dall’1° gennaio 2022 al 31 marzo sarà la volta delle regioni del Centro. Le Regioni coinvolte saranno la Campania, il Lazio, la Sardegna, la Toscana, l’Umbria e la Liguria. Infine toccherà ai territori del Sud, dall’1° aprile al 20 giugno 2022. Nello specifico, saranno interessate l’Abruzzo, la Basilicata, la Calabria, le Marche, il Molise, la Sicilia e la Puglia.

Leggi anche: Digitale terrestre, le ultime novità per febbraio 2021

Digitale terrestre, chi dovrà comprare la nuova televisione

Digitale terrestre
Pixabay

Uno dei principali passaggi – che avrà luogo già l’1 settembre prossimo – sarà il passaggio dal sistema MPEG-2 allo standard di codifica MPEG-4. Quest’ultimo permetterà di vedere i programmi in HD. Quanti non possiedono una televisione in grado di supportarli si troverà davanti a due scelte. Da una parte acquistare un decoder, dall’altra cambiare tv.

Leggi anche: Digitale terrestre, eliminati diversi canali Tv: le ultime

A partire da giugno 2022 entrerà in funzione il sistema di trasmissione DVB-T2 HEVC, che rileverà il DVB-T. Per allora si dovrà provvedere all’adeguamento dei dispositivi di trasmissione.