Cartelle esattoriali, fonti interne al quirinale riferiscono che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato la nuova proroga varata dall’esecutivo. 

La nuova proroga della cartelle esattoriali è stata firmata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La notizie è stata riferita da alcune fonti interne al Quirinale.

Il governo è riuscito dunque nell’intento di prorogare per un altro mese, fino alla data del 28 Febbraio, l’invio delle notifiche delle cartelle nei confronti dei contribuenti che risultano morosi verso il fisco italiano.

Una scelta che è stata oltretutto osteggiata da alcuni membri dell’esecutivo come il Ministro dell’Economia Gualtieri, che avrebbe preferito dare il via a una dilazione dei pagamenti piuttosto che alla loro sospensione. Il titolare del Mef ha infatti definito la soluzione scelta dal governo “non ottimale”. 

Leggi anche: Cartelle esattoriali, nuovo stop al pagamento dei debiti

Cartelle Esattoriali, le dichiarazioni di Gualtieri e della viceministra Laura Castelli

Rottamazione cartelle esattoriali
Pixabay

A suo giudizio, si tratta infatti di un tema che avrebbe avuto bisogno di misure più articolate.

Una scelta, quella intrapresa dall’esecutivo, che deriva anche, secondo Gualtieri, dal particolare periodo storico in cui troviamo:  “Uno degli effetti dannosi della crisi è quello di impedire di assumere decisioni che richiedano valutazioni politiche impegnative”. Per la viceministra Laura Castelli però, questa era l’unica soluzione possibile. 

Leggi anche: Cartelle esattoriali, nuova possibilità di pagare a rate

La donna ha infatti spiegato che oggi non si poteva fare diversamente, per questo è positivo che il Consiglio dei ministri abbia deciso per il rinvio di un mese, fino al 28 febbraio, della sospensione dell’invio e riscossione di atti esattoriali e cartelle. Un Governo nel pieno delle funzioni potrà così affrontare, in modo organico, ed all’interno di un disegno complessivo, il tema”.