Bollo auto storiche, agevolazioni e novità per il 2021

Qualche piccola novità riguarderà il bollo auto storiche 2021 e le agevolazioni rimarranno in vigore anche per le vetture ultraventennali. Per gli appassionati è in arrivo una bella sorpresa.

Sostanzialmente le agevolazioni e le esenzioni previste per il bollo auto storiche dai 20 ai 29 anni restano in vigore.

La vetture storiche possono beneficiare di alcune agevolazioni in termini di bollo. Infatti, sono esentate dal suo pagamento solo le automobili che hanno più di trent’anni. La cifra che devono corrispondere è davvero irrisoria.

Non godono dell’esenzione dal bollo le auto storiche ultraventennali. Dal 2019, però, i loro proprietari hanno ottenuto una riduzione sull’imposta di possesso.

La vera novità del 2021 riguarda le targhe originali che presto si potranno apporre sulle vetture storiche. A sancirlo la Legge di Bilancio 2021, a metterlo in atto, invece, sarà un decreto attuativo ministeriale previsto per i prossimi mesi.

Leggi anche: Bollo Auto, come beneficiare dell’esenzione e pagarlo tra i 20 e i 30 euro

Bollo auto storiche, le esenzioni

Bollo auto storiche
Pixabay

Oggi l’esenzione del bollo auto è applicata automaticamente a tutte le auto e le moto con almeno 30 anni di immatricolazione. Questo discorso è svincolato dall’eventuale iscrizione al registro storico.

Per beneficiare dell’esenzione de bollo auto storiche è fondamentale che il mezzo non sia adibito a uso professionale. Allo stesso modo, la vettura non deve essere utilizzata nell’esercizio di attività di impresa, arti o professioni.

Nel momento in cui, però, il veicolo storico ultratrentennale sia ancora in circolazione su strada, è tenuto al versamento di una quota annuale forfettaria pari a 28,40€ per le auto e a 11,36€ per le moto.

Leggi anche: Bollo Auto, come ottenere lo sconto sull’imposta: i dettagli

A partire dal 2019, le auto storiche con età compresa tra i 20 e i 29 anni, che sono in possesso del certificato di rilevanza storica (CRS) riportato sulla carta di circolazione, hanno diritto all’esenzione del 50%.