Pixabay

Su WhatsApp è stata una nuova truffa che vuole far credere all’utente che l’app sia a pagamento. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste. 

Sessantacinque milioni di messaggi al minuto. Un numero impressionante, ma d’altronde parliamo di WhatsApp, l’app di messaggistica più utilizzata al mondo con oltre un miliardo e mezzo di utenti.

Normale che di fronte a un’applicazione che viene utilizzata ogni giorno da così tante persone, Facebook presti un’attenzione particolare alla sicurezza della piattaforma per evitare che gli utenti finiscano vittima di inganni o truffe. Per questo motivo, è stata realizzata ad esempio crittografia end-to.end che consente di rendere illeggibili le conversazioni.

Ma naturalmente, gli hacker sono antichi tanto quanto il web e nonostante tutte le precauzioni che si possono prendere, il rischio di essere truffati è sempre dietro l’angolo. 

Leggi anche: WhatsApp, ritorna la truffa dell’immagine profilo: come difendersi

WhatsApp, come funziona la truffa dell’app a pagamento

Pixabay

E molti utenti nelle ultime settimane hanno iniziato a segnalare il fatto di aver ricevuto un messaggio in cui venivano informati che a breve l’applicazione sarebbe stata disponibile soltanto a pagamento.

E dopo aver fornito questa informazioni, il testo continua chiedendo al lettore di confermare i propri dati nel caso in cui desideri comunque restare attivo su WhatsApp dopo questo upgrade. Alcune persone hanno però trovato fin da subito strano questo messaggio, in quanto l’app ha sempre fatto della propria gratuità un valore.

Leggi anche: WhatsApp, arrivano chiamate e videochiamate per la versione Web

Si tratta infatti di una truffa informatica fatta allo scopo di estorcere dati sensibili e si invitano pertanto gli utenti a diffidare da questo tipo di comunicazione che possono ricevere, in quanto non hanno nulla a che vedere con Whatsapp.