Pixabay

Il governo intende inserire nel decreto Ristori Bis dei nuovi aiuti economici per Partite Iva e commercianti e la reintroduzione del bonus Baby Sitter e i congedi parentali. Vediamo nel dettaglio. 

Le nuove misure restrittive firmate dal governo nel nuovo Dpcm del 3 Novembre, hanno gettato nello sconforto milioni di commercianti, che si ritrovano a chiudere nuovamente la loro attività, per una crisi che coinvolge molti altri settori oltre a quello della ristorazione.

Nelle zone più a rischio la chiusura dei mercato e di molte altre attività, rischia di portare al fallimento migliaia di aziende e liberi professionisti. Per cercare di offrire a queste attività un valido sostegno economico, il governo sta riflettendo su come inserire nel Decreto Ristori Bis dei nuovi aiuti economici che allarghino la platea dei beneficiari.

L’idea è infatti quella di permettere l’accesso ai contributi a fondo perdute non soltanto al comparto della ristorazione ma anche a Partite Iva, artigiani e commercianti. 

Leggi anche: Governo, annunciato un altro bonus da 500 euro per i contribuenti

Decreto Ristori Bis, ipotesi reintroduzione bonus Baby Sitter e congedi parentali

Pixabay

Potrebbero inoltre essere inseriti degli ulteriori incentivi per sostenere le perdite derivanti dalla chiusura dei mercati e dei centri commerciali. Il giornale “Il Corriere della Sera” sostiene inoltre che l’esecutivo stia pensando anche di reintrodurre il bonus baby sitter e i congedi parentali.

Con l’avanzare dell’emergenza sanitaria e il conseguente ritorno della didattica a distanza infatti, molte persone che ancora riescono a lavorare si ritrovano però con il problema di avere i figli a casa, senza nessuno che si possa prendere cura di loro durante gli orari in cui sono fuori per lavoro. 

Non è ancora chiaro quando questo nuovo decreto possa arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri, anche se alcune fonti di governo lasciano intendere che potrebbe essere discusso questo fine settimana. 

Leggi anche: Bonus 1.000 euro, da oggi è possibile presentare la domanda