Recovery Fund, Di Maio: “Non c’è tempo, i 209 miliardi devono arrivare adesso”. Pur elogiando il comportamento dell’Ue, il Ministro chiede tempi certi. 

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha scritto un post su Facebook per parlare della situazione del Recovery Fund, che si trova al momento sospeso a causa di alcune tensioni tra i vari leader europei che non ne consentono l’approvazione. Il problema è che la crisi economica innescata dal coronavirus avanza e bisogna correre al riparo al più presto.

Per questo secondo Di Maio “l’Italia deve fare squadra a tutti i livelli, deve sfruttare al massimo le proprie potenzialità. E dobbiamo ottenere in tempi celeri i 209 miliardi che ci permetteranno di investire nel nostro Paese: sostegno alle famiglie, rilancio delle imprese, digitalizzazione e innovazione per rendere l’Italia sempre più moderna e competitiva”. Il Ministro ha poi dichiarato di aver avuto degli incontri al riguardo con il Commissario agli Affari Economici e l’Alto Rappresentante Borrell. 

Leggi anche: Recovery Fund, come verranno spese le risorse destinate all’Italia

Recovery Fund, Di Maio: “C’è bisogno di tempi certi, situazione economica difficile”


Di Maio ha spiegato che nonostante il governo apprezzi “l’intraprendenza dell’Unione europea su questo ambizioso programma” c’è però un disperato bisogno di tempi certi per la sua attuazione.

Anche perché “le nostre imprese non possono più aspettare, i nostri cittadini hanno bisogno nel minor tempo possibile di queste risorse per far ripartire l’Italia e per poter finalmente finalmente creare nuove condizioni di lavoro intorno alla digitalizzazione dei servizi, alla transizione ambientale ed energetica, a nuovi diritti sociali dei cittadini che vanno finanziati con i fondi del Recovery fund. L’Unione europea è una macchina istituzionale complessa che sta portando avanti le sue procedure. Quello che noi chiediamo sono tempi certi perché la situazione economica è una situazione a livello europeo e mondiale veramente difficile causata da questa pandemia e per questa ragione dobbiamo accelerare”.

Leggi anche: Recovery Fund, aiuti economici Ue potrebbero slittare ancora