Pixabay

Google, le scorte di Pixel 5 sono finite in tutta Europa. Un ottimo segnale, anche se l’azienda di Mountain View aveva fatto qualche precisazione in merito. 

Il Pixel 5 di Google è stato venduto con una velocità impressionante, con migliaia di persone che in pochissimo tempo lo hanno già acquistato o preordinato. Un ulteriore successo per una delle multinazionali tecnologiche più grandi al mondo.

L’azienda di Mountain View è ormai un vero e proprio gigante della tecnologia, con investimenti enormi che vengono effettuati ogni anno per lo sviluppo di nuove soluzioni e un personale competente e altamente qualificato. Motivo per cui qualunque concorrente cerca di non perdere una sola mossa di Google, provando a comprendere le sua strategia a lungo termine e regolarsi di conseguenza.

D’altronde, parliamo dell’azienda che ha creato il motore di ricerca più utilizzato al mondo, in grado di immagazzinare una quantità di dati semplicemente impressionante. 

Leggi anche: Google, corsi professionali di 6 mesi: sostituiranno la laurea?

Google, esaurite scorte Pixel 5 in Europa

Ed è notizia di queste ore che i negozi europei hanno ufficialmente comunicato di aver esaurito le scorte del terminale Pixel 5. Lo smartphone era stato lanciato sul mercato il 30 Settembre, e da quel momento è partita una corsa all’acquisto che non si è più fermata.

A distanza di due settimane, le scorte nel Vecchio Continente sono già finite. D’altronde, il dispositivo in questione sembra fornire delle ottime performance a un prezzo decisamente basso. Anche se c’è da precisare che a suo tempo Google aveva chiarito che le scorte riservate all’Europa, sarebbero comunque state minori rispetto a quelle americane.

Lo smartphone possiede uno schermo da 5,78 pollici. Per quanto invece riguarda la grafica, la GPU è un’Adreno 620 in grado di garantire all’utente delle ottime prestazioni. Un piccolo difetto è forse rappresentato dalla batteria, che per quanto buona non si può definire eccezionale in quanto immagazzina un massimo di 3500mAh. 

Leggi anche: Google Chrome, nuova funzionalità: introdotta scansione antivirus