Patente digitale, si parte nel 2023: cosa comporta

Arrivata la conferma dal ministro per l’Innovazione Vittorio Colao. Nel 2023 la patente sarà digitale

Patente di guida
Patente di guida (Foto Pixabay)

Nonostante il conflitto in Ucraina abbia creato una crisi economica anche per l’Italia la progressiva digitalizzazione del Paese prosegue secondo i piani. Infatti, la digitalizzazione è una parte importante del del Pnrr, piano nazionale di ripresa e resilienza e comporta passi avanti nel rapporto tra istituzioni e cittadini oltre ad una maggiore funzionalità delle attività e dei servizi.

Infatti, dove c’è digitalizzazione c’è maggiore trasparenza ossia c’è accessibilità ai documenti. Il tutto rende più trasparente l’azione amministrativa e restringe in tal modo il fenomeno della corruzione. In questa linea è l’ultima novità che riguarda la quotidianità die cittadini.

Patente digitale, basterà un semplice click

App Io
App Io (Dal sito ufficiale)

Infatti, a partire dal 2023, la patente di guida sarà digitale. Ciò vuol dire che sarà possibile avere a disposizione tutti i dati che sono contenuti solitamente sul documento rosa che rappresenta la patente sul proprio smartphone. Infatti, basterà avere l’App IO sul proprio telefono e su di essa si potrà visionare un Qr code che conterrà tutti i dati relativi alla propria patente.

Leggi anche: Esiste una app per avere buoni spesa gratis?

In caso di un controllo, quindi, basterà mostrare il Qr code alle forze dell’ordine e tutto sarà più rapido e semplice. L’App IO, infatti, è stata introdotta per l’iniziativa del cashback nel 2021. Tuttavia, essa permette di pagare tasse e imposte attraverso l’App. Inoltre, quest’ultima consente anche di ricevere delle notifiche che ricordano delle scadenze importanti.

Leggi anche: Prelievo bancomat, cosa cambierà a ottobre? Le possibili novità

Nel caso della patente, ad esempio, l’App IO ricorderà con una notifica la prossima scadenza in arrivo. IO consente, così, di ricevere messaggi e comunicazioni dagli enti pubblici, locali o nazionali o avvisi di pagamento con l’opportunità di pagare servizi e tributi dall’App in pochi minuti.

L’app IO è accessibile attraverso lo Spid, l’identità digitale. Una volta attivato lo Spid usare l’App è molto semplice e intuitivo. L’introduzione è stata favorita grazie al cashback che ha permesso agli italiani di ottenere 150 di rimborso in sei mesi di spesa presso i piccoli esercenti.