Cosa devi sapere se smetterai di utilizzare il condizionatore

È molto probabile che, visto il cambio delle temperature, abbiate deciso di spegnere il condizionatore. Ricordatevi che c’è una procedura da effettuare per evitare problemi alla prossima accensione

Condizionatore
Condizionatore (foto Adobe)

In molte case e in tanti uffici e luoghi di lavoro i condizionatori hanno permesso di sopravvivere alle ondate di caldo che hanno caratterizzato l’estate che ormai abbiamo salutato. Si tratta di elettrodomestici che, in alcuni casi, riescono a sostituire del tutto anche l’impianto di riscaldamento ma, se siete invece tra quelli che possiedono un condizionatore che funziona solo per produrre aria fresca d’estate, molto probabilmente vi state apprestando a spegnerlo per l’ultima volta prima che torni il mese di maggio.

E per evitare brutte sorprese c’è una procedura che è bene seguire e che vi garantirà, nel momento in cui dovrete riaccendere il vostro elettrodomestico per contrastare il caldo, di avere subito aria fresca e senza rischi per la salute. Vediamo quello che non vi dovete assolutamente dimenticare di fare.

Condizionatore, prima di spegnerlo devi fare così

Condizionatore
Condizionatore (foto Adobe)

Chi possiede un condizionatore in casa sicuramente sa che si tratta di un elettrodomestico dalle enormi potenzialità. A seconda della tecnologia ci sono modelli che sono in grado di funzionare solo come ventilatori, smuovendo l’aria per portare un po’ di benessere, passando per i modelli che producono solo aria fredda fino a quelli che sono anche in grado di funzionare un po’ come dei termosifoni sospesi producendo aria calda.

Leggi anche: Netflix, grosse novità in arrivo a ottobre: i titoli

Nel caso in cui i vostri condizionatori stiano per essere spenti ci sono due cose che assolutamente non vi dovete dimenticare di fare in modo da non avere brutte sorprese quando tornerà la stagione calda. La prima cosa da fare è assicurarsi che i filtri del condizionatore siano puliti. Eliminare adesso polvere e sporcizia che potrebbe essersi accumulata all’interno dell’apparecchio significa infatti evitare che germi e batteri possano trovare lì una casa in cui crescere e moltiplicarsi a dismisura.

Leggi anche: Le migliori app per stanare in anticipo gli autovelox

Ci sono alcune patologie, come la Legionella, provocate molto spesso proprio dai batteri che prolificano all’interno dei filtri dei condizionatori che non sono stati puliti. Occorre poi, dopo aver spento e pulito il condizionatore al meglio delle vostre possibilità, assicurarvi anche di togliere le batterie al telecomando. Nonostante anche la tecnologia con cui sono costituite le batterie sia migliorata, c’è sempre la possibilità che si ossidino e rovinino i contatti interni del telecomando costringendovi così a cercare, all’improvviso e con il caldo, di acquistare un nuovo telecomando.