Comprare casa con un prestito da Poste: ecco come fare

Focus sul Prestito BancoPosta Acquisto Casa, un prodotto di Poste italiane che avvicina la possibilità di acquisire un’abitazione

Prestito Conto BancoPosta
Poste italiane (Foto Adobe)

Poste italiane presenta, con questo prodotto finanziario, un’opportunità per chi vuole avvinarsi all’acquisto di una casa con una disponibilità monetaria maggiore. Orientato verso le abitazioni può essere sfruttato anche per le pertinenze di un appartamento, per esempio garage o cantine.

Il Prestito BancoPosta Acquisto Casa è richiedibile in tutti gli Uffici postali prendendo appuntamento con il personale qualificato a disposizione della clientela. Gli appuntamenti si prenotano on line o contattando il numero verde messo a disposizione da Poste italiane. Un occasione interessante per avvinarsi all’acquisto di una casa.

Ecco i dettagli del prestito di Poste italiane

Prestito Conto BancoPosta
Poste italiane (Foto Adobe)

Il prestito in questione è riservato alle persone fisiche titolari di un Conto BancoPosta o di Libretto di Risparmio Postale Nominativo Ordinario. Per i primi l’importo varia da un minimo di 10 mila euro a un massimo di 60 mila restituibili con rate da 36 a 120 mesi. I secondi, invece, possono ottenere da un importo nimino da 10 mila eruro a un massimo di 30 mila con una durata del rimborso da 36 a 120 mesi.

I requisiti per avere questo prodotto sono semplici: avere la residenza in Italia e il possesso di un reddito da lavoro o pensione realizzato in Italia. L’erogazione del finanziamento ha luogo in un’unica rata: Poste italiane accredita la somma sul conto corrente postale. Per chi è titolare di un libretto di risparmio postale è possibile che il finanziamento sia versato in contanti presso lo sportello dell’ufficio postale.

Leggi anche: Se hai Postepay puoi avere 10 euro di benzina gratis

Il rimborso del prestito avviene attraverso il pagamento di rate fisse mensili liquidate con  addebito automatico sul conto corrente postale del richiedente oppure, per i titolari di Libretto di Risparmio Postale, su conto corrente bancario o tramite pagamento di bollettini postali. Inoltre è possibile sottoscrivere una copertura assicurativa che con pochi euro aggiuntivi permette il rimborso del capitale residuo in caso di situazioni impreviste.

Leggi anche: Bonus postepay, ultimo mese per riceverlo: come funziona

Da ricordare che per ottenere il prestito è necessario presentare il compromesso registrato o l’atto d’acquisto dell’immobile, oltre un documento d’identità, il codice fiscale e la documentazione di reddito. Uno strumento interessante per chi desidera un sostegno monetario senza impegni finanziari troppo esosi e prolungati nel tempo.