Busta paga, aumento in arrivo per questi lavoratori

La busta paga potrebbe subire oscillazioni in positivo in seguito ad un piano aiuti governativo, con un aumento di circa 80 euro mensili

busta paga aumento
Busta paga (Foto Pixabay)

Il governo è conscio che la cittadinanza deve essere aiutata. Ed i sostegni sono l’unico brandello di welfare rimasto in Italia. Che non modifica sostanzialmente le sorti economiche della nazione, ma evita che sprofondi. Innanzitutto la tendenza è di correggere ciò che è poco in linea con il trend europeo. E le buste paga sono parte integrante di questo discorso. Le aliquote sul lavoro dipendente sono tra le più alte d’Europa. Ed in periodo di crisi come quello che si sta attraversando, eventuali aumenti di stipendi sono una risorsa preziosa.

Il decreto aiuti ha già stabilito vari ambiti di intervento. I 200 euro del bonus di luglio come misura antinflazione. I tagli delle accise e degli oneri di sistema sulle bollette. Tagli delle accise per la benzina. Ma ora il premier torna a parlare di alleggerire cuneo fiscale.

Busta paga, da dove vengono gli 80 euro in più

busta paga aumento
Busta paga (Foto Pixabay)

E’ ancora terra di congetture, ma che sembra verranno discusse e confermate nei prossimi giorni. Il cuneo fiscale è sostanzialmente la differenza tra l’importo netto e lordo in busta paga. Che è identificato da trattenute, imposte ed altri tipi di oneri fiscali. L’intento è quello di ridimendionarlo ulteriormente. Già negli scorsi mesi i lavoratori con reddito inferiore a 35.000 euro avevano visto un taglio del cuneo dello 0,8%. Che nelle intenzioni si dovrebbe raddoppiare a breve fino all’1,6%. In questo modo si avrebbero circa 70/80 euro mensili in più in busta paga.

Leggi anche: Busta paga, bonus 200 euro: chi li riceverà solo a settembre

Per un costo 2,5 miliardi di euro, che le casse pubbliche dovranno recuperare. La prima ipotesi è che vengano riacquisiti tramite l’aumento della tassazione sui profitti delle aziende energetiche. Anche un aumento dell’Iva è preso in considerazione. Ma probabilmente questo taglio del cuneo fiscale ulteriore sarà indirizzato ad una fascia più ristretta di lavoratori.

Leggi anche: Bonus 200€ direttamente in busta paga? Cosa succede

Si parla di redditi da 15-20mila euro. Tuttavia non sono arrivate conferme, e queste misure dovrebbero prendere avvio a settembre. Ciò significa che nei prossimi giorni, e sicuramente prima della pausa estiva, qualcosa dovrà essere definito.