Postepay, saldo disponibile e contabile: la vera differenza

Quando apriamo la nostra pagina di home banking sul sito di Poste Italiane, inerente al saldo troviamo due diciture distinte: saldo contabile e saldo disponibile. Qual è la differenza tra i due tipi di saldo?

Postepay

Contabile e disponibile. Per molti sono la stessa cosa, ma chi è più attento – e più curioso – noterà una differenza sostanziale inerenti ai due tipi di saldo. Differenza che è utile sottolineare per comprendere a pieno il funzionamento della contabilità sulla Postepay; e magari non credere di avere soldi che in realtà non si hanno.

Consumatore.com fornisce questa piccola guida per capire meglio la differenza che intercorre tra il saldo contabile ed il saldo disponibile nel nostro conto su Poste Italiane. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Postepay, saldo disponibile e contabile 

Sportello Postamat (pixabay)

Il saldo contabile è la somma di denaro disponibile sul tuo conto prima che le transazioni effettuate nelle ultime 24 o 48 ore siano state registrate. Quando vengono effettuate delle operazioni tramite un conto corrente o una carta prepagata, il movimento di denaro avviene in tempo reale, ma per contabilizzare tale operazione bisogna aspettare un tempo che va dalle 24 alle 48 ore.

Leggi anche: Libretto Postale, bonus di 200€: ottenerlo è semplice

In sostanza, il saldo contabile è la somma di denaro registrata sul conto prima che le entrate e le uscite di denaro vengano contabilizzate.Il saldo contabile è legato alla lista dei movimenti. Questa lista riporta le date in cui sono state effettuate operazioni finanziarie di tipo reale e contabile.

Leggi anche: Pensioni INPS, come ricevere il cedolino direttamente in email

La data reale indica il giorno in cui effettivamente l’operazione è stata eseguita. La data contabile è quella in cui viene registrata contabilmente l’operazione. Detto ciò, la differenza sostanziale tra i due tipi di saldo sono i valori riportati: è impossibile contabilizzare una transazione in tempo reale.

Il sito delle Poste, nella sezione Faq, risponde in merito che: il saldo disponibile prende in considerazione le operazioni contabilizzate, come pure le operazioni non ancora contabilizzate. Il saldo contabile rappresenta, invece, la cifra risultante dalle sole operazioni contabilizzate.