Digitale terrestre, la tua Tv ha il bollino platinum? E’ fondamentale

I passaggi del digitale terrestre iniziati ufficialmente in questo mese di gennaio andranno avanti per tutto l’anno ma occorre prestare attenzione al bollino platinum

digitale terrestre
foto Nothing Ahead pexels

Avete già acquistato una nuova televisione o un nuovo decoder per vedere senza problemi il digitale terrestre di nuova generazione? Controllate se il vostro apparecchio ha il cosiddetto bollino platinum.

Con il digitale terrestre ci siamo dovuti abituare a cercare il bollino Lativù e Lativù 4K ma c’è anche da tenere presente il cosiddetto bollino platinum. Per gli utenti che hanno bisogno di cambiare il proprio apparecchio di ricezione scegliere un nuovo modello potrebbe non essere semplice come preventivato. Occorre infatti destreggiarsi tra diverse sigle per poter fare l’acquisto migliore non solo per questo primo periodo di transizione ma anche nel momento in cui le trasmissioni tutte ed effettivamente cambieranno sistema.

Digitale terrestre, perché è importante il bollino platinum

Bonus tv
Pixabay

Il percorso che abbiamo intrapreso in Italia e in Europa ci porterà ad avere trasmissioni sul digitale terrestre in qualità via via superiore liberando allo stesso tempo banda che verrà occupata dagli operatori di telefonia mobile per la tecnologia in 5G. Il refarming cui gli utenti si stanno abituando è però solo la prima fase.

Il passaggio al nuovo digitale avverrà infatti effettivamente a giugno di quest’anno con lo spegnimento del digitale terrestre di prima generazione, il cosiddetto standard DVB–T, che verrà sostituito dallo standard di seconda generazione ovvero il famoso DVB-T2. Perché un televisore o un decoder siano in grado di funzionare e quindi di mostrarvi tutti i canali anche dopo giugno è fondamentale che ci sia il bollino platinum.

Leggi anche: Giacenza media Poste: come ottenerla dal telefono

Si tratta di un bollino che garantisce il dispositivo è compatibile con il sistema di codifica che verrà appunto impiegato nel momento in cui si passerà al DVB–T2. In linea di principio, come riporta anche il sito dedicato del Ministero dello Sviluppo Economico, tutti gli apparecchi acquistati dal 2017 in poi dovrebbero già essere dotati di bollino platinum.

Leggi anche: Bancomat, non fare mai questa cosa: la carta si smagnetizza

Si tratta di qualcosa che potete comunque facilmente verificare anche sul manuale istruzioni del vostro apparecchio o sul sito del produttore. Nel caso in cui il vostro televisore o decoder non sia dotato del bollino platinum ma per esempio solo del bollino gold avrete sicuramente problemi di ricezione a partire dalla prossima estate.