Bancomat, non fare mai questa cosa: la carta si smagnetizza

Può capitare che il Bancomat si smagnetizzi, ed allora diventa inutilizzabile. Quali sono le cause che fanno smagnetizzare la carta di debito?

bancomat
pixabay

La carta di debito, meglio nota come Bancomat, è lo strumento più utilizzato per effettuare prelievi, versamenti agli ATM o per fare acquisti tramite il Pos. Infatti grazie al Bancomat non è più necessario ricordare di portare dietro i contanti. Con la svolta digitale nel nostro Paese, estesa anche alle attività commerciali, anche piccole somme si possono pagare con le transazioni elettroniche.

Ma, a differenza del denaro, l’utilizzo el Bancomat è legato alla sua funzionalità. In parole povere, può succedere che anche se il conto corrente è in attivo non si riesca più a fare operazioni con la carta di debito. Questo succede nei casi in cui si sia smagnetizzata, e quindi diventi inutile.

Le carte funzionano grazie ad una banda magnetica che “contiene” tutte le informazioni legate al conto corrente, permettendo così di effettuare e autorizzare le classiche operazioni di prelievo e acquisto. Quando la carta di debito si smagnetizza, i terminali POS o gli sportelli ATM non sono in grado di decifrare tutte le informazioni necessarie ad effettuare le operazioni richieste.

Bancomat, quali sono i casi in cui si smagnetizza?

Bancomat
Bancomat (Foto Adobe)

I motivi per cui il Bancomat si smagnetizza sono molti, ed in alcuni casi anche insospettabili. Ad esempio, conservare la carta vicino a calamite, televisioni, chiavi o smartphone, ad esempio, può comportare la sua smagnetizzazione.

Leggi anche: Bancomat, in questo caso si perdono i soldi del prelievo?

Inoltre, quando si effettuano i pagamenti ad una cassa con il sensore per passare i codici dei prodotti è facile che avvicinando troppo la carta si smagnetizzi. Quindi ci sono alcune piccole accortezze che si possono intraprendere per evitare che il Bancomat diventi inutilizzabile.

Leggi anche: Digitale terrestre, Tv comprata prima del 2019? Occhio alla beffa

Ad esempio, all’interno del portafogli, si consiglia di conservare le diverse carte in compartimenti diversi, in modo tale da evitare qualsiasi cattiva interferenza. Infine, si suggerisce di conservare con cura la propria carta di debito, tutelandolo da danni imprevisti. Anche l’usura, infatti, può giocare brutti scherzi e concorrere al malfunzionamento del Bancomat.