Postepay presa prima del 2019? Cattiva notizia in arrivo

Brutta sorpresa in arrivo per i possessori di Postepay: ci potrebbero essere degli aumenti per tanti clienti. Ecco chi li potrà subire adesso

Postepay
Postepay (Foto Adobe)

Brutta sorpresa in arrivo per molti possessori di Postepay, la carta  prepagata che sta riscuotendo un grandissimo successo negli ultimi anni in Italia. Soprattutto nella versione Evolution. Sono tantissimi infatti gli italiani che da tempo ormai preferiscono la carta del gruppo Poste Italiane rispetto a quelle tradizionali degli istituti di credito.

Anche perché la versione Evolution può essere equiparata tranquillamente ad una carta tradizionale avendo il codice Iban che permette di accreditare stipendi e di effettuare tante altre operazioni soprattutto online. E’ questo il vero motivo probabilmente del boom che ha avuto nel corso degli anni questa prepagata diventata ormai di uso comune.

Facile da utilizzare, ancora oggi si fa preferire alle altre carte, anche se adesso alcuni utenti si troveranno di fronte ad una spiacevole sorpresa che ha spiazzato tutti i clienti. O perlomeno tutti quelli che si troveranno un aumento di canone annuo non preventivato. Quest’aumento riguarderà tutti i possessori della carta. Ecco i dettagli

Postepay, in arrivo gli aumenti: chi riguarda 

Postepay
Postepay (Foto dal profilo Facebook)

Ma andiamo ad analizzare nello specifico tutti i dettagli di quest’aumento per i possessori di Postepay. La novità riguarderà il canone annuale, che aumenterà da 10 a 12 euro, ma questo cambiamento riguarderà non solo i nuovi possessori della carta ma anche i vecchi. Per questo motivo si parla di spiacevole sorpresa praticamente per milioni di clienti.

Leggi anche: Inps: brutta sorpresa per molti dal 1° gennaio

Infatti subiranno quest’aumento di 2 euro anche i titolari di carta acquistata in data precedente al 1° gennaio 2019. Come mai si è arrivati a questa tariffa maggiorata? Poste Italiane ha spiegato che si tratta di incremento delle transazioni elettroniche e nuove spese per i fornitori. L’importo è ovviamente minimo e di due euro.

Leggi anche: Digitale terrestre: questi canali spariranno dal 3 gennaio

Si ricorda che per attivare oggi la carta i costi sono di 5 euro per l’attivazione e di 15 euro per la prima ricarica. E che il prelievo rimane gratuito in ogni caso, salvo il caso di operazione presso altro sportello bancario. Come tra l’altro avviene già per le altre carte con la tariffa di 2 euro unica per tutti.