Bancomat, hai una carta emessa prima del 2020? Occhio alla modifica

Gli italiani che hanno una carta di credito emessa prima del 2020 e sono clienti di uno specifico istituto bancario potranno pagare contactless con una piccola modifica

cashback
(pixabay)

Al giorno d’oggi pagare con la carta di credito è diventato un uso comune per la maggior parte degli italiani che hanno quasi del tutto eliminato l’uso del denaro contante.

La lotta all’evasione fiscale, lo ricordiamo, passa sicuramente da questo circuito, ovvero i pagamenti elettronici che permettono così di tracciare tutte le operazioni ed i movimenti di denaro.

Bancomat, carta emessa prima del 2020: la modifica da fare

(Pixabay)

La carta di credito, come detto, è lo strumento di pagamento più usato dagli italiani. Per ottenerla bisogna aprire un conto corrente in banca o richiedere una carta prepagata ricaricabile all’istituto bancario di fiducia. Le carte di credito si differiscono, infatti, a seconda della banca che le emette: a variare sono i canoni ma anche limitazioni sui prelievi e sui pagamenti.

Leggi anche: Postepay, in quest’orario non si può prelevare: occhio alla beffa

Per quanto riguarda nello specifico i clienti di Intesa Sanpaolo, ricordiamo che a partire dal 1° settembre di quest’anno è cambiato il limite sui pagamenti contactless, ovvero il limite di denaro spendibile appoggiando direttamente la nostra carta di credito sul Pos senza inserire il Pin.

Leggi anche: Libretti Postali, attenzione: in questo caso si perde tutto

Dal 1° settembre 2021, infatti, il limite dei pagamenti contactless nei punti vendita fisici è aumentato da 25 euro a 50 euro: fino a tale limite si può pagare semplicemente avvicinando la carta al POS senza confermare l’operazione con il PIN, (e comunque non oltre l’importo cumulativo di 150 euro, dall’ultima digitazione del PIN), o oltra credenziale come l’impronta digitale o il riconoscimento facciale se attivi O-Key Smart.

Le cose cambiano invece se si possiede una carta di debito XME Card Plus, BancoCard Plus o Bancocard Basic emesse prima del 14 dicembre 2020. In questo caso l’aumento del limite a 50 euro non è automatico ma i clienti di Intesa Sanpaolo devono attivarlo. Per poter attivare l’agevolazione basta fare un prelievo di contante presso uno sportello automatico di Intesa Sanpaolo.