Mascherine ritirate: “Pericolose per la salute”. Ecco quali

Attenzione a queste mascherine, sono state ritirate perchè sono pericolose. Andiamo a scoprire di quali si tratta.

Antitrust, avviata inchiesta sulle mascherine U-Mask
Antitrust, avviata inchiesta sulle mascherine U-Mask (foto: Pixabay)

Ormai siamo tutti abituati ad utilizzare le mascherine. Un sistema di protezione individuale con il quale abbiamo dovuto imparare a convivere per colpa del Covid-19. La pandemia nei fatti ha stravolto la vita del mondo intero. Una stretta di mano o un abbraccio che fino a qualche mese fa erano la normalità, si sono trasformati in un gesto proibito e pericoloso. Un cambiamento che ha avuto pesanti ripercussioni anche sul carattere e sulle personalità di molti.

In molti hanno sottolineato che il Covid, e conseguentemente le mascherine, ci hanno tolto il sorriso. Non solo per le preoccupazioni legati alla pandemia ma anche perchè con l’utilizzo di questi strumenti il volto è praticamente coperto.

E’ necessario sottolineare che si tratta di uno strumento fondamentale per la sicurezza di tutti. E’ questa, infatti, la maniera migliore per difenderci dal virus. Purtroppo non tutte le mascherine sono da considerarsi sicure. La tipologia della quale vi stiamo per parlare, ad esempio, è stata ritirata dal mercato perchè pericolosa.

Mascherine ritirate perchè pericolose

Truffa delle mascherine cinesi, sequestrati 6 milioni di pezzi
Truffa delle mascherine cinesi, sequestrati 6 milioni di pezzi (foto: pixabay)

Sotto la lente d’ingrandimento dell’Upi, Ufficio prevenzione infortuni, sono finite le mascherine Ffp2. Una situazione decisamente preoccupante anche in considerazione del fatto che i dpi sopra citati vengono descritti come potenzialmente in grado di apportare «danni irreversibili per la salute».

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, attenzione: così potresti perdere il sussidio

Leggi anche: Supermercati, prodotto ritirato d’urgenza: è contaminato

Si sono, comprensibilmente, innalzate le proteste dei tanti che fino ad oggi hanno fatto affidamento a questa tipologia di mascherina. L’Upi ha allertato i negozi che stavano adottando questo strumento, suscitando il malumore dei dipendenti che non si sono sentiti tutelati.