Reddito di cittadinanza, cambia la data della ricarica

Reddito di cittadinanza: novità in arrivo in merito ai termini per le ricariche di questo mese di ottobre. Ecco quando avverranno. Le date

truffa Postepay
Postepay (Foto dal profilo Facebook)

Novità importanti in arrivo per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza, soprattutto in merito ai pagamenti del mese di ottobre. In attesa di modifiche della misura di sostegno promossa anche dal governo Draghi per le famiglie e le persone in difficoltà, andiamo ad analizzare cosa potrebbe cambiare nelle prossime settimane. Il motivo di questa modifica è da trovare nell’introduzione dell’Assegno Unico temporaneo.

Che porterà ad un anticipo di una settimana del pagamento del RDC. Anche nel mese di settembre in effetti i pagamenti sono arrivati non solo in anticipo ma anche in tre tranche, con delle differenze rispetto alle date previste in passato dall’Inps. Il motivo resta quello del pagamento al 27 del mese dell’assegno unico.

Ma vediamo adesso quando arriverà la ricarica per il mese di ottobre, dato che interessa tutti i beneficiari della misura di sostegno. Con molta probabilità l’Inps seguirà gli stessi parametri adottati per il mese di settembre.

Reddito di cittadinanza, il calendario dei pagamenti

reddito di cittadinanza
pixabay

I pagamenti del reddito di cittadinanza avverranno con una settimana di anticipo rispetto al passato, dunque. Ma per quel che riguarda le nuove domande il versamento della somma avverrà a partire dal 10 del mese, per i vecchi beneficiari invece il saldo avverrà a partire dal 20 del mese anche ad ottobre. In base a queste scadenze il giorno 27 sarà destinato al pagamento dell’assegno unico temporaneo.

Leggi anche: Oki, sai che può portare questi gravi effetti collaterali?

Quindi le date che bisognerà sempre tenere in considerazione restano quelle del 10-20 e 27 di ogni mese sia per il RDC che per l’assegno unico. Questi i riferimenti per il mese di ottobre, anche se lo stesso andamento dovrebbe essere seguito anche per novembre e dicembre, così da avere un calendario stabilito fino al termine del 2021.

Leggi anche: Comunicazione INPS: novità per chi detiene lo Spid

Con le uniche differenze da tenere in considerazione tra i vecchi beneficiari della misura di sostegno e le nuove richieste.