Richiamo alimentare: questi cibi non vanno consumati

Il Ministero della Salute ha diffuso un nuovo richiamo alimentare a tema ossido di etilene riguardante un marchio di bevanda vegetale al cocco. C’è in più il richiamo da parte di una catena di supermercati per un allergene non segnalato in diversi lotti di brodo granulare

pixabay

Di nuovo un richiamo alimentare diffuso dal Ministero della Salute per presenza di ossido di etilene in un ingrediente di una bevanda vegetale a base di cocco. Arriva invece da una nota catena di supermercati il richiamo precauzionale di alcuni lotti di brodo granulare e condimento in polvere in cui è stata riscontrata la presenza di un allergene non dichiarata nella lista ingredienti.

Torniamo allora a parlare di richiami alimentari che hanno come oggetto prodotti contaminati da ossido di etilene. Si tratta stavolta di un lotto di bevanda vegetale del marchio Stammi bene prodotto da Abafoods srl.

Richiamo alimentare, pericolo ossido di etilene e arachidi

pixabay

Il richiamo diffuso dal Ministero della Salute riguarda quindi un lotto di bevanda vegetale Biococco del marchio Stammibene. Il richiamo si è reso necessario perché sono state rintracciate in un ingrediente, la gomma di guar, tracce di ossido di etilene. Interessato dal richiamo e il lotto L:210319 con termine minimo di conservazione al 19/03/2022 per i prodotti in confezione da 500 ml. Il Ministero invita ti avesse acquistato questo prodotto a riportarlo senza consumarlo al punto vendita.

Il secondo richiamo è stato diffuso dalla catena di supermercati Carrefour e riguarda parecchi lotti di brodo granulare e condimento a base di glutammato Dialbrodo di Dialcos. Stavolta il richiamo precauzionale è dovuto alla presenza di arachidi nella preparazione, presenza che però non è stata segnalata nella lista ingredienti. Sono coinvolti dal richiamo i lotti: 020094, 020136, 020169, 020191, 020248, 020268, 020318, 020325, 020352, 021119 e 021140, con termine minimo di conservazione rispettivamente 03/2023, 04/2023, 05/2023, 06/2023, 08/2023, 10/2023, 11/2023, 03/2024 2 04/2024.

Leggi anche: Postepay, se noti questa cosa non prelevare: ti rubano tutto

Leggi anche: Canone Rai, se hai quest’età puoi non pagarlo

Per quanto riguarda questo secondo richiamo, il prodotto non è sicuro per il consumo solo da parte delle persone allergiche agli arachidi che possono quindi riportare le confezioni acquistate per ottenere una sostituzione.