Nuovi contributi a fondo perduto, provengono dai fondi regionali

In arrivo nuovi sostegni per le attività in difficoltà, le ripartizioni sono pubblicate in Gazzetta Ufficiale

supporto
(pixabay)

Continua la saga dei “ristori”. Lo scorso anno i sostegni alle aziende in difficoltà economica erano stati elargiti copiosamente, ma ora, con la ripresa delle attività commerciali, e con la buona copertura del piano vaccinale, si sono rallentati.

Allo stesso tempo, molte attività commerciali continuano a versare in una condizione di scarsità economica. I debiti contratti, e la ripresa delle attività fiscali, contribuiscono a sottrarre guadagni agli esercizi commerciali. Lo scorso 30 giugno è stato varato il DPCM, pubblicato in GU il 18 settembre, in cui si è rifinanziato il “Fondo per il sostegno delle attività economiche particolarmente colpite dall’emergenza epidemiologica”. La ripartizione al livello regionale è stata stabilita in sede istituzionale. Il fondo conta in totale 340 milioni di euro.

Ciascuna regione emanerà un proprio bando e regolamento per la richiesta del contributo e lo farà sulla base delle risorse assegnate.

Leggi anche: Altroconsumo pubblica un’indagine sui supermercati e discount più convenienti

Chi sono i beneficiari dei contributi a fondo perduto

Decreto sostegno
Pixabay

I nuovi contributi sono destinati a:

  • esercenti attività commerciale o di ristorazione operanti nei centri storici;
  • imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti;
  • attività operanti nel settore dei matrimoni e degli eventi privati;
  • parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici.

Alle prime tre attività sono destinati 300 milioni di euro; 20 milioni per le imprese esercenti il trasporto turistico di persone mediante autobus coperti; gli ultimi 20 milioni ai parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici.

Leggi anche: Nuova truffa in Italia sulla TARI , attenzione se vi capita questa cosa

Il contributo non è automatico, ogni azienda deve farne richiesta, fino ad esaurimento risorse.