Bollette energia elettrica: c’è un trucco per pagare di meno

Per tante famiglie le bollette dell’energia elettrica diventano un vero incubo: c’è un trucco da seguire per poter pagare di meno. Ecco come

bolletta luce
(pixabay)

Soprattutto nei mesi estivi le bollette dell’energia elettrica rappresentano un vero dramma per le famiglie. I consumi maggiori dovuti spesso all’accensione prolungata nell’ero del giorno di condizionatori e refrigeranti, oltre alle quote fisse, fanno lievitare gli importi. Ma come fare per risparmiare ed avere consumi minori? Non esiste una regola fissa, in quanto ogni singola abitazione presenta delle caratteristiche ben precise.

Ma ci sono una serie di accorgimenti che si possono seguire per arrivare ad un drastico risparmio in bolletta. Si può cominciare dall’eliminazione degli sprechi, dal non lasciare nelle prese di corrente gli oggetti non necessari, soprattutto quando non si utilizzano. Luci in primo luogo, ma anche semplici oggetti che non vengono usati al momento. Nelle case di fondamentale importanza restano le luci a led.

Che abbassano notevolmente il consumo. Attenzione anche ai chilowatt del contatore. Se la potenza è bassa e si va in eccedenza, quel consumo maggiore verrà addebitato in bolletta anche se non ce ne accorgiamo.

Bollette energia elettrica: ecco come fare per risparmiare

Monete e banconote (©Getty Images)

Per arrivare ad avere consumi più bassi, e quindi delle bollette dell’energia elettrica più basse si deve prestare molta attenzione. Anche agli elettrodomestici che si usano. Tra quelli che assorbono maggiore energia c’è sicuramente il phon ma anche il frigorifero. Soprattutto quando lo si tiene per molti minuti aperto anche senza un reale motivo.

Si stima che i consumi giornalieri sono di 0,20 euro al giorno, ma un corretto utilizzo di questo elettrodomestico porta a notevoli risparmi in bolletta. Per fare ciò bisogna cominciare con avere un frigo non troppo vecchio, anche perché quelli di nuova generazione portano a consumi ridotti soprattutto nelle classi A++ o superiori.

Leggi anche: Arriva il contributo affitto, ecco come richiederlo

Leggi anche: Finanziamenti alle imprese per progetti pilota: come partecipare al bando

Poi ci sono anche degli ulteriori accorgimenti che non vanno mai sottovalutati. Innanzitutto non si deve mai accostare il frigo alle fonti di calore, come potrebbe essere il forno. Poi di seguito: non riempirlo mai troppo e regolare il termostato a temperatura ideale di +5° e -18° per il congelatore. Un funzionamento efficiente porta anche a risparmi energetici.