Revisione auto, cambia la tariffa: in arrivo una vera stangata. I costi

Brutte notizie per gli automobilisti italiani: cambiano i costi per la revisione auto, con aumenti inattesi e indesiderati. Tutti i dettagli

Motori
Pixabay

Brutte sorprese in arrivo per gli automobilisti: aumenta il costo della revisione auto nel 2021. Una mazzata in più per tutti i viaggiatori, già vessati dagli aumenti del costo del carburante in questa calda estate e da tante altre spese che sembrano non finire mai. Ormai mettersi alla guida diventa sempre più complicato. Tra tasse e costi di manutenzione – che si tratti di 2 o 4 ruote – c’è poco da essere ottimisti.

L’aumento dovrebbe scattare dal prossimo 1 novembre e riguarderà tutti i veicoli, e come sempre si potranno scegliere le due opzioni a disposizione. La prima è quella del pagamento presso la Motorizzazione al costo di 45 euro. Ma in questo caso, complice l’emergenza Coronavirus, i tempi di attesa sembrano abbastanza lunghi.

In tanti per questo motivo scelgono l’opzione due che consiste nel recarsi presso un centro revisioni autorizzato al costo di 66.88 euro. Il prezzo maggiorato rispetto a quello della Motorizzazione consiste nell’Iva (9,90 euro) ed altre spese tra diritti alla Motorizzazione (10,20 euro) e bollettino postale (1,78 euro).

Revisione auto, in arrivo l’aumento dei costi

Bollo auto

Come anticipato sopra, a partire dal 1 novembre del 2021 ci saranno dei costi maggiori per la revisione auto. L’aumento, previsto dopo un contestato monitoraggio Istat, porterà a lievitare i prezzi da 45 euro a 54,95 euro. Questo il prezzo che si pagherà con l’opzione del pagamento alla Motorizzazione, mentre ci sarà un costo ancora maggiore nei centri revisione.

Infatti si passerà da 66.88 euro a 79.02 euro. Ma ad aumentare non saranno le spese aggiuntive bensì quelle fisse che non saranno causate dai centri, che non applicheranno nessun costo aggiuntivo. Si calcola che in euro l’aumento per le revisioni sarà di 9.95 euro, al netto dell’Iva e delle altre spese.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza in scadenza? Ecco come rinnovarlo

Leggi anche: Postepay, attenzione: se ti capita questa cosa è stata clonata 

Si ricorda che sono previste delle sanzioni per i veicoli in circolazione senza revisione. Con cifre che variano da 173 euro fino ad un massimo di 694 euro. Con il divieto di circolazione che scatta dal momento del fermo fino al pagamento della tassa. In caso di circolazione nel periodo di sospensione rischia addirittura multe fino a 8mila euro e fermo amministrativo del mezzo fino a 90 giorni.