Reddito di cittadinanza in scadenza? Ecco come rinnovarlo

Dopo 18 mesi il reddito di cittadinanza scade e chi è beneficiario della misura deve rinnovarlo perché occorre una nuova domanda

Contributo fondo perduto
Pixabay

Attenzione per tutti i possessori del Reddito di Cittadinanza: la misura scade dopo 18 mesi dalla prima attuazione ma è rinnovabile.

Questo significa che dopo il primo anno e mezzo di beneficio, se continuano a permanere le condizioni utili alla sua assegnazione, di continuare a riceverlo ancora. La misura non si rinnova automaticamente ma bisogna fare una nuova domanda.

Leggi anche: Concorso Inps, in arrivo più di 1.800 assunzioni: come accedere

Reddito di cittadinanza, come rinnovarlo

Reddito di Cittadinanza
Pixabay

Come si legge nel Decreto legge che ha istituito il reddito di cittadinanza, questo può essere rinnovato anche oltre i 3 anni: non si evincono infatti limiti di durata ma solo limiti del periodo continuativo di fruizione.

I beneficiari del reddito di cittadinanza ogni anno devono rinnovare la DSU e quindi l’Isee, in modo tale da permettere all’Inps di verificare la permanenza dei requisiti. Chi per esempio percepirà questo mese la sua 18ima mensilità, dovrà riprodurre domanda, inserendo l’Isee in corso di validità, quello usato a gennaio scorso.

Con una nuova domanda, però, si va incontro ad una penalizzazione che riguarda la struttura del rinnovo che va fatta dopo un mese dalla data dell’ultima ricarica ricevuta dei primi 18 mesi. Il beneficiario, anche se ha solo il reddito di cittadinanza per vivere deve restare un mese senza beneficio.

Leggi anche: Problemi a casa col Wi-Fi? Con quest’oggetto risolvi subito

Questo significa che chi prenderà l’ultimo mese di ricarica ad agosto, il mese di settembre non prevede sussidio. A settembre si presenterà la domanda per tornare a percepire il sussidio a fine ottobre.