Leopoldo Mastelloni disperato, la pensione è davvero minima 

Sapete quanto percepisce di pensione Leopoldo Mastelloni? La cifra è così bassa che ha chiesto l’aiuto dello Stato 

Quando si parla dell’assegno pensionistico dei vip, in molti, anche giustamente, immaginano pensioni d’oro con cifre stellari. Del resto, dopo una carriera che li ha visti sulla cresta dell’onda per anni e anni con incassi record e continue apparizioni in tv, è lecito aspettarsi cifro da capogiro o comunque importi corposi, nonché cifre che permettano a questi di mantenere un certo stile di vita che li ha contraddistinti negli anni del successo.

Tuttavia, nonostante tutto ciò, invece capita spesso che ci siano personaggi famosi costretti a vivere con una pensione misera malgrado gli anni di successi alle spalle. E la categoria di personaggi blasonati beffati sembrerebbe anche più lunga delle aspettative.

Sapete a quanto ammonta la pensione di Leopoldo Mastelloni?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessia Fabiani (@alessiafabiani_)

Leopoldo Mastelloni, noto personaggio degli schermi televisivi soprattutto tra gli anni 80 e 90, è uno di questi. Nella fattispecie parliamo di cifre percepite purtroppo anche da tantissimi italiani che, in silenzio, tirano avanti e sopravvivono anche piuttosto dignitosamente malgrado le ovvie difficoltà. Fa specie, tuttavia, che a ritrovarsi in una posizione del genere – in cui non dovrebbe ritrovarsi nessuno sia chiaro, famoso o non famoso – sia proprio chi per anni ha accumulato successi e guadagni importanti.

Leggi anche: Emilio Fede in crisi causa pensione: “Sapete quanto guadagno?”. E’ bufera

Il 75enne, pronunciatosi sulla questione in diretta un po’ di tempo fa, ha chiesto pubblicamente un aiuto poi mai arrivato da questo punto di vista. La cifra percepita mensilmente, infatti, è di appena 625 euro al mese. Un importo, da solo, con cui è ovviamente impossibile vivere.

Leggi anche: Pensione Giucas Casella, la cifra percepita vi spiazzerà

“Vorrei avere dignità, non carità da parte dello Stato italiano”, annunciò l’artista negli studi di Rai 1. E in quell’occasione fece riferimento anche a tanti altri suoi colleghi, i quali anche hanno lavorato ininterrottamente ma senza ritrovarsi una marea di contributi non versati.